'Bar Sicilia', 75 milioni per il turismo. L'assessore Messina: "Risorse liquidate in poche settimane" | VIDEO :ilSicilia.it

Puntata numero 117

‘Bar Sicilia’, 75 milioni per il turismo. L’assessore Messina: “Risorse liquidate in poche settimane” | VIDEO

di
28 Giugno 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

A Bar Sicilia, per la puntata numero 117, interviene l’assessore regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo Manlio Messina.

Dagli uffici dell’Assessorato, il componente della Giunta Musumeci ha risposto alle domande di Manlio Melluso e Maurizio Scaglione sullo stato di salute di uno dei settori maggiormente colpiti dal lockdown del coronavirus e sui provvedimenti messi in atto dalla Regione per dare ossigeno al comparto, il turismo: “E’ il primo comparto ad essere entrato in crisi a causa di questa pandemia – ha detto Messina – Noi, come Regione siciliana abbiamo messo una serie di iniziative per uscire dalla crisi. La filiera del turismo potrà superare il 2020 con difficoltà ma con ottimismo per il 2021“.

Per risollevare il comparto, la Regione ha messo in campo un pacchetto da 75 milioni di euro per l’acquisto anticipato di pacchetti di servizi turistici, compresi i ticket di ingresso a poli museali e monumentali, da operatori e professionisti del settore, strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, agriturismi, agenzie di viaggio e tour operator, guide turistiche iscritti negli elenchi, accompagnatori turistici, cooperative e imprese turistiche da veicolare ai fini promozionali tramite card e voucher nei mesi successivi all’emergenza sanitaria: “Io credo che nel giro di poche settimane possiamo partire con gli avvisi ed iniziare a liquidare le risorse – ha affermato Messina – Mi piace dire sempre che questo progetto non da risorse ai turisti ma da risorse direttamente alle imprese“.

Un argomento strettamente collegato al turismo è quello dei collegamenti aerei con la Sicilia e delle compagnie di volo: “Si tratta di un tema assolutamente fondamentale per il rilancio della Sicilia – ha affermato Messina – Proprio la prossima settimana incontrerò i massimi dirigenti di Ryanair e Easyjet per parlare di programmazione. Stiamo anche investendo 15 milioni di euro per i vettori e le tratte aeree dando contribuiti alle compagnie“.

Messina ha anche la delega allo sport, e proprio di sport, e in particolare di ciclismo, ha parlato a Bar Sicilia: “Quest’anno – ha annunciato – anticiperemo la grande partenza che era prevista nel 2021 del Giro di Italia proprio dalla Sicilia. Invece di tre tappe ne faremo quattro nell’Isola. Tra l’altro è l’evento con cui l’Italia vuole ripartir nel settore dello sporte e per noi è motivo di orgoglio. Stiamo definendo la quarta tappa. Probabilmente a Palermo sarete molto felici“, è l’annuncio dell’assessore.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin