'Bar Sicilia', Ora Sicilia prenota un posto in Giunta: "Musumeci dovrà tenerci in conto" | VIDEO :ilSicilia.it

Puntata numero 116

‘Bar Sicilia’, Ora Sicilia prenota un posto in Giunta: “Musumeci dovrà tenerci in conto” | VIDEO

di
21 Giugno 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Luigi Genovese

Nel momento in cui ci sarà un rimpasto di giunta, annunciato tante volte, il presidente Musumeci non potrà non tenere conto delle nuove formazioni politiche. La voglia di scommetterci è partita per contribuire all’azione di governo, di metterci a disposizione. L’auspicio è di poter giocare questa partita in prima persona“. Durante la puntata numero 116 di ‘Bar Sicilia‘, la trasmissione condotta da Manlio Melluso e Maurizio Scaglione per ilSicilia.it, il deputato regionale di Ora Sicilia Luigi Genovese, ospite insieme alle onorevoli Luisa Lantieri e Daniela Ternullo, entrambe sue colleghe di partito, lancia la bordata sul futuro del governo regionale. Chissà come la prenderà il governatore, che durante questa legislatura si è trovato più di una volta a dover puntellare la maggioranza all’Ars.

Daniela Ternullo

Ora Sicilia, attualmente, può contare sui tre deputati ospiti a Bar Sicilia, una truppa che è andata a rimpinguare i numeri ballerini della maggioranza che sostiene Musumeci all’Ars. Un movimento che si conferma ambizioso: “Ora Sicilia nasce dalla voglia e dalla consapevolezza del fatto che sia necessario creare una struttura con intenti chiaramente regionalisti”, afferma ancora Genovese.

La formazione politica si propone come “contenitore moderato che possa rappresentare i territori“, e attualmente tra le sue fila conta, appunto, tre deputati regionali provenienti da tre province diverse dell’Isola: Messina (Genovese), Siracusa (Tarnullo) ed Enna (Lantieri). Proprio in questo periodo Ora Sicilia sta verificando la possibilità di mantenere il gruppo all’Ars in deroga al principio che sancisce la necessità di quattro deputati per consentirne la formazione.

Luisa Lantieri

Il Siracusano – spiega Ternulloè un territorio rappresentativo di diverse realtà, ognuno con delle lacune non indifferenti. Io, per esempio, sono di Melilli, comune che si trova nel cosiddetto ‘Triangolo della Morte’, la zona industriale. Il governo Musumeci si sta impegnando per quanto riguarda la zona industriale, che per altro dà lavoro. Dobbiamo impegnarci per lavorare per la tutela della salute“.

Luisa Lantieri è originaria di Piazza Armerina, nell’Ennese, in una provincia “che è stata quella con il più alto tasso percentuale di contagi da coronavirus, con due zone rosse, Agira e Troina”. La deputata regionale ha le idee chiare su come uscire dall’emergenza economica: “Per la ripresa bisogna dare liquidità. Il problema è soprattutto del tessuto produttivo dei commercianti e gli artigiani. -nella nostra provincia tantissimi ragazzi hanno aperto delle attività, hanno fatto debiti e adesso si chiedono come fare. A livello nazionale è stato fatto poco. La soluzione è aumentare il debito“.

A Messina, sono due i temi d’attualità che Genovese ha trattato, la sindacatura del vulcanico Cateno De Luca e la realizzazione del Ponte sullo Stretto. Sul primo cittadino Genovese si dice convinto che “alzare i toni può avere una certa efficacia in termini soprattutto elettorali, anche se personalmente non sempre utilizzo questo metodo“. Per quel che concerne il Ponte sullo Stretto, il più giovane inquilino di Sala d’Ercole afferma: “La vicenda non riguarda solo la provincia di Messina, il tema è collegare la Sicilia alla parte più industrializzata del Paese e del mondo“.

 

LEGGI ANCHE

Ars, Lega e Ora Sicilia ancora senza gruppo. Dietro lo stop alla deroga le elezioni amministrative

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin