Baracche di Messina: De Luca "blinda" la procedura per il risanamento delle aree degradate :ilSicilia.it
Messina

confronto in attesa dell'ok del Governo Conte

Baracche di Messina: De Luca “blinda” la procedura per il risanamento delle aree degradate

di
29 Settembre 2018

In attesa di una parola definitiva sulle dimissioni “revocabili”, il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ha incontrato stamattina a Palazzo Zanca una delegazione di deputati regionali e nazionali siciliani, nella fattispecie della provincia messinese, per “blindare” l’iter finalizzato al risanamento e allo sbaraccamento delle aree degradate della Città dello Stretto.

La procedura, come ormai è noto, ha ottenuto il placet della Regione Siciliana e adesso si attende che arrivi il via libera del Governo nazionale, chiamato al riconoscimento della grave situazione in atto con la relativa proclamazione dello stato di emergenza per risolvere la questione delle baracche. La problematica in atto dal lontanissimo 1908 è, insomma, prossima al bivio definitivo.

“Tutti uniti per Messina”, è lo slogan e il grido di battaglia lanciato idealmente dal sindaco De Luca al tavolo nel corso dell’incontro con i parlamentari in carica a Roma e a Palermo. “Si è trattato di un costruttivo confronto con la deputazione regionale e nazionale rappresentata personalmente dalla sen. Grazia D’Angelo, l’on. Elvia Amata, l’on. Antonino De Luca, l’on. Francesco De Luca, l’on. Francesco De Domenico, l’on. Matilde Siracusano, l’on. Pietro Navarra e l’on. Carmela Bucalo”.

“Abbiamo deciso di fare un documento a firma di tutta la deputazione regionale e nazionale – continua De Luca – per blindare il percorso delle attività del risanamento e sbaraccamento. Voglio intanto rivolgere un grazie di cuore a tutti i colleghi parlamentari che stanno lavorando al nostro fianco per Messina. Questa non è una problematica in cui possono essere colori politici o vincoli partitici, è una battaglia per restituire dignità a quei messinesi mortificati da oltre un secolo da una politica che non ha mai saputo affrontare e risolvere l’emergenza delle baracche. Quella gente va aiutata, c’è un grave problema di carattere sanitario oltre che sociale e di vivibilità, ed è arrivato il momento di dare una svolta a questa emergenza, una volta per tutte”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin