Baraccopoli a Messina: De Luca, Falcone e Scurria ascoltati dalla Commissione Ambiente :ilSicilia.it
Messina

chiesta una legge speciale

Baraccopoli a Messina: De Luca, Falcone e Scurria ascoltati dalla Commissione Ambiente

di
28 Luglio 2020

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, è stato ascoltato oggi in audizione (in videoconferenza) dalla Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati sull’emergenza baracche. La discussione ha riguardato la proposta di legge in materia di  risanamento dei nuclei abitativi degradati nelle Città di Messina.

“Ho riferito in audizione alla Commissione Ambiente Camera dei Deputati su quello che va definito il lebbrosario di Messina, rappresentato dalle baracche – spiega De Luca –. Ho spiegato ai componenti della commissione ambiente della Camera dei Deputati le motivazioni del fallimento della legge regionale 10/90 e delle risorse destinate alla città di Messina per risolvere il problema delle baracche che si trascina da quasi cento anni. Purtroppo gran parte di tali risorse sono andate perse per l’incapacità di tradurre in azione le nobili previsioni normative della legge 10/90″.

“Ho spiegato perché è necessaria una legge specialeaggiunge – che deroghi al codice degli appalti, che semplifichi le procedure ambientali e che conferisca anche poteri speciali sotto il profilo dell’ordine pubblico. Mi auguro che, al di là delle posizioni politiche, il Parlamento Italiano approvi questa legge che consente di chiudere una delle peggiori vergogne sociali di inaudita crudeltà”.

Oltre a De Luca sono stati ascoltati, inoltre, in audizione anche l’assessore per le Infrastrutture e la mobilità della Regione Siciliana, Marco Falcone, e il presidente dell’Agenzia comunale per il risanamento e la riqualificazione urbana della città di Messina (ArisMe), Marcello Scurria.

I tre auditi hanno rappresentato, dunque, le criticità della situazione abitativa nella città dello Stretto, l’interesse delle istituzioni locali e della cittadinanza a superare queste storiche questioni, ed hanno auspicato l’approvazione con tempi certi di una legge nazionale con deroghe alle procedure ordinarie ed una dotazione finanziaria adeguata per poter sbaraccare e bonificare le aree, e consegnare alloggi dignitosi agli ottomila cittadini messinesi che vivono da decenni in condizioni indecenti.

Marcello Scurria ha consegnato al presidente di Commissione, Alessandro Benvenuto, con un gesto altamente simbolico, un pezzo di tetto in eternit di una baracca.

“Per Forza Italia – spiega la deputata messinese di FI  Matilde Siracusano – oggi era presente anche la capogruppo Mariastella Gelmini e quella sulla baraccopoli della città di Messina è una priorità assoluta. Continueremo con serietà e abnegazione il nostro lavoro in Parlamento per raggiungere un obiettivo che non deve avere alcun colore politico ma che può e deve rappresentare il punto di partenza per il rilancio di un’intera comunità”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin