Baraccopoli di Messina, via al risanamento: consegnate le prime case | Fotogallery :ilSicilia.it
Messina

ancora 2500 famiglie nel degrado

Baraccopoli di Messina, via al risanamento: consegnate le prime case | Fotogallery

23 Febbraio 2019

Scorri la fotogallery in alto

Dopo decenni di attesa parte l’operazione di risanamento della baraccopoli di Villaggio Matteotti a Messina, una sorta di favelas dove vivono ancora circa 2500 famiglie in situazione di degrado. Stamane si è svolta la cerimonia di consegna delle prime cento case, alla presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e del sindaco Cateno De Luca.

“Con la consegna di queste unità abitative – ha spiegato l’assessore Falcone – intendiamo mettere la parola fine alle baracche a Messina. Un percorso lungo ma siamo determinati nel portarlo a termine. Ora cento baracche dovranno essere demolite, ho chiesto al sindaco di procedere subito alla loro distruzione per evitare che possano essere occupate da altre persone”.

“Il Governo Musumeci – ha aggiunto Falconestanzierà 50 milioni di euro che serviranno per continuare lo sbaraccamento e il reperimento di ulteriori unità immobiliari per i cittadini. Sono i fondi della legge 10 del ’90, altri provengono da programmi costruttivi mai attuati o dimenticati nelle pieghe del bilancio per la negligenza di chi ci ha preceduto. Vi è interesse a proseguire con la politica del fare, ma anche l’esigenza di dare dignità a Messina e ai messinesi”.

D’accordo il sindaco Cateno De Luca che aggiunge: “Il nostro obiettivo è quello di accelerare le procedure, questi sono i primi effetti della strategia che abbiamo messo in campo con l’Agenzia per il risanamento. Con i fondi che verranno assegnati dalla Regione all’Arisme completeremo le procedure e acquisiremo sul mercato altri 400 appartamenti già esistenti, in modo tale che entro quest’anno riusciremo a consegnare altre 500 case”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!