Barbagallo: "Alleanza con M5S alle Regionali ma Pd non rinuncia alla presidenza" :ilSicilia.it
Messina

i democratici sfidano il centrodestra

Barbagallo: “Alleanza con M5S alle Regionali ma Pd non rinuncia alla presidenza”

di
12 Giugno 2021

“Abbiamo iniziato un’attività vera con Giancarlo Cancelleri per costruire un patto tra Pd e M5S, sulla scorta di quella che è stata un’intesa nazionale e quindi sulla base delle relative indicazioni politiche. Vogliamo dare vita ad un’alternativa rispetto a una destra che, in Sicilia e nel resto d’Italia, è sempre più aggressiva. Che si sappia, comunque, che il Pd non ha mai detto che rinuncia alla presidenza della Regione”.

Lo ha dichiarato il segretario regionale del Partito Democratico, Anthony Barbagallo a Taormina, soffermandosi sul nodo politico delle alleanze politiche in vista delle elezioni regionali del prossimo anno.

Le parole di Barbagallo sono arrivate nel corso della giornata del meeting “Turismo e rilancio del territorio siciliano“, convegno organizzato oggi a Taormina dal Partito Democratico in una delle realtà di riferimento per il turismo in Sicilia.

“Vogliamo lavorare insieme al Movimento Cinque Stelle con senso di responsabilità per costruire e rafforzare una coalizione larga, non soltanto con il Pd e il M5S, che in maniera autorevole e credibile possa dare una proposta importante di governo ai cittadini”, prosegue.

“Sto riscontrando un contributo importante dai territori  – ha aggiunto Barbagallo – nella condivisione del progetto. Prima costruiamo il perimetro della coalizione con gli alleati e poi, insieme a chi sarà al nostro fianco, troveremo un metodo di scelta del candidato presidente”. 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin