Basket: derby senza storia, la Virtus Eirene Ragusa stende Palermo | FOTO :ilSicilia.it
Ragusa

TOP SCORER MARKEISHA GATLING ED ASHLEY WALKER

Basket: derby senza storia, la Virtus Eirene Ragusa stende Palermo | FOTO

di
12 Febbraio 2020
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Laura Moltisanti
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Laura Moltisanti
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Laura Moltisanti
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia
Passalacqua Ragusa - SBC Palermo, foto di Pietro Minardi e Giuseppe Puglia

GUARDA LE FOTO IN ALTO

La Virtus Eirene Ragusa vince il derby, battendo la SBC Palermo per 83-61. Top scorer dell’incontro Ashley Walker e Markeisha Gatling (20 punti a testa), mentre il titolo di MVP va ad Ify Ibekwe.

La nigeriana, al rientro da un lungo stop e tra una serie di polemiche, fa una gran partita e fa impazzire la difesa avversaria. Per Palermo buona prova delle ragazze della panchina, in particolare di Giulia Manzotti.

Adesso per la SBC la testa va subito allo scontro diretto di domenica contro Vigarano, mentre la Passalacqua agguanta la testa della classifica in attesa di sapere il risultato della Famila Schio.

UNA PARTITA EQUILIBRATA

Nel primo quarto parte forte Ragusa, che cerca di spezzare subito l’inerzia del gioco. Gatling tiene a galla Palermo, che rimane in partita sfruttando la sua solita intensità. Poi un rush finale di quarto della Passalacqua segna un solco di otto punti, con cui si chiude la prima frazione sul 22-14.

LA SBC reagisce di testa ad inizio secondo quarto, con la solita Markeisha Gatling a prendere canestri e falli pesanti. Palermo scende sul -2, con Ragusa che inserisce di nuovo in campo Consolini e Romeo, per Walker e la rientrante Ibekwe. Proprio la numero 3 ragusano piazza la tripla che vale il momentaneo +5, a cui replica immediatamente Russo.

La partita è vibrante e Palermo ci crede, pervenendo anche al pareggio (25-25). Consolini fa uno su due a cronometro fermo, ma la SBC riesce a tratti a mettere la freccia e a passare addirittura avanti. Dopo il canestro di Marta Verona, che segna il 28-29, Recupido decide di chiamare time out a metà seconda frazione.

RAGUSA ALLUNGA SUL FINIRE DEL SECONDO QUARTO

Soli mette subito una bomba, ma Palermo reagisce con Cooper. La sensazione è che la partita possa essere decisa dalle rotazioni. A 3’39” dall’intervallo lungo Santino Coppa chiama il minuto di sospensione, per cercare di non far scappare le aquile iblee nel punteggio.

Ma Recupido ha una faretra con molte freccie nel suo arco e si vede. Ragusa allunga e vola sotto l’influsso di Ify Ibekwe ed Ashley Walker, brave a mandare in crisi la difesa palermitana. Si va al riposo sul 42-31 in favore della Virtus Eirene Ragusa.

Nel terzo quarto entra in partita Tagliamento, che fa sentire subito il suo apporto con cinque punti nel giro di un minuto. Palermo trova tutti gli spazi chiusi ed è costretta a forzare le giocate, mentre la Passalacqua sfrutta bene le transizioni offensive con una finalizzatrice letale come Hamby. Ragusa allunga addirittura sul +21 (54-33), con la SBC che perde anche Russo per un fastidio alla caviglia.

PALERMO SPARISCE DAL CAMPO

A metà frazione Coppa concede minuti importanti anche a Giulia Manzotti. Walker segna il canestro del +24, con le padrone di casa in pieno controllo del match. Palermo cerca di metterci almeno la grinta, ma Ragusa gioca semplice e sfrutta al meglio le sue bocche da fuoco.

La Passalacqua va in bonus di falli e la SBC segna solo a cronometro fermo. Le aquile biancoverdi invece continuano a macinare gioco, con Tagliamento che alza ancora l’asticella con una tripla che vale il +26 di massimo vantaggio. Il terzo quarto si conclude sul 70-47 in favore della Virtus Eirene Ragusa.

Ibekwe apre l’ultimo quarto con un canestro dal pitturato, sfruttando una bella trama offensiva sull’asse Walker – Nicolodi. Coach Recupido concede spazio anche a Beatrice Stroscio. Sul 77-47 di punteggio e a 7’57” dal termine della partita, Santino Coppa chiama l’ennesima time out.

Manzotti si ascrive a tabellino con una bella tripla, che va a cancellare gli errori dalla linea della carità. Santino Coppa manda in panchina le americane, pensando anche alla prossima sfida contro Vigarano. Nel finale Recupido manda in campo anche la giovanissima Sharon Baglieri, accolta da un caloroso applauso del Palaminardi.

Liliana Miccio e Giulia Manzotti si concendono un 8-0 di parziale in una partita che ormai ha poco da dire. Finisce 83-61 in favore della Virtus Eirene Ragusa.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.