16 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.43
Messina

CAPO D'ORLANDO PROVA A RIBALTARE IL PRONOSTICO

Basket, finale playoff: l’Orlandina cerca il riscatto in gara due

13 Giugno 2019

L’Orlandina cerca riscatto nel match di gara due contro Treviso,  dopo aver perso gara uno con il pesante passivo di 90-72. Gli uomini di coach Sodini hanno subito una battuta d’arresto dopo aver trascorso venti partite consecutive senza sapere cosa fosse la parola sconfitta. La prima sfida della finale playoff ha messo in luce i pregi di Treviso, in particolare sotto il profilo dell’intesità del gioco difensivo e della rapidità dei contropiedi. Troppi errori difensivi da parte dell’Orlandina, soprattutto fra il secondo e il terzo quarto, il che ha finito per creare un solco irrecuperabile per la Benfapp.

Ma ogni gara è storia a sè e questo l’Orlandina lo sa. La Benfapp deve cercare di strappare il fattore campo ai trevigiani che, in caso di vittoria, potrebbero giocare senza troppe tensioni in terra siciliani, essendo che l’ultima partita della serie si giocherebbe comunque in casa. Al contrario, se i siciliani vincessero stasera potrebbero sfruttare al meglio la bolgia del PalaFantozzi, che ospiterà il match di gara tre e dell’eventuale gara quattro.

Sodini deve cercare di ritrovare la quadratura del cerchio, i cui angoli sono stati smussati dalla grande partita di Imbro e soprattutto del rientrato Logan, pericolo pubblico per la difesa dell’Orlandina. Brandon Triche e Jordan Parks possono e devono dare di più alla causa di Capo d’Orlando, dopo una gara uno sottotono rispetto alla media di gioco e di punti del resto della stagione. I diciasette punti di Triche e i sedici di Parks sono poca cosa, segno di una difficoltà nella fase di costruzione di gioco. L’Orlandina dovrà mettere più intensità in campo se vorrà ribaltare il pronostico.

La palla a due di gara due è prevista al PalaVerde di Treviso alle 20.45.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.