Basket: Kacerik e Romeo da urlo, Ragusa si prende il derby | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

EIRENE A PUNTEGGIO PIENO

Basket: Kacerik e Romeo da urlo, Ragusa si prende il derby | VIDEO

di
3 Novembre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

La Virtus Eirene Ragusa si aggiudica il derby siciliano, battendo la Sicily By Car Palermo basket per 66-97. Un match senza storia già dall’inizio del secondo quarto, quando le bombe dall’arco della Passalacqua incalanano il match sui binari delle aquile iblee. MVP dell’incontro Martina Kacerik, autrice di sei triple e di venti punti complessivi.

Bene anche Chiara Consolini e Nicole Romeo, autrici di ottime percentuali dalla linea dei 6,75. Miglior realizzatrice della formazione ragusana Daerica Hamby, con 21 punti a referto.

In casa Palermo c’è molto da lavorare. Santino Coppa deve trovare un’alternativa offensiva a Markeisha Gatling, top scorer dell’incontro con 23 punti. Prestazione positiva per Francesca Russo e per Giulia Manzotti, brava a mettere in campo personalità ed ingegno.

La Passalacqua si conferma in un ottimo stato di forma, consolidando la testa della classifica e mantenendo il punteggio pieno in campionato.

IL MATCH

Coach Recupido deve rinunciare a Beatrice Stroscio, lasciando in panchina Ify Ibekwe. Nel quintetto iniziale Ragusa schiera Nicole Romeo, Martina Kacerik, Ashley Walker, Daerica Hamby e Chiara Consolini.

In casa Palermo Santino Coppa schiera il quintetto tipo con Markeisha Gatling, Liliana Miccio, Marta Verona, Flores Costa e Francesca Russo. Il timore è che, a causa di una panchina non proprio lunga, la Sicily By Car potrebbe pagare alla distanza i ritmi imposti dalla Passalacqua.

Il primo quarto parte con un 4-0 di parziale per Ragusa a firma Consolini-Walker, seguiti poi dal canestro di Francesca Russo. Palermo chiude l’area per limitare le lunghe della Virtus Eirene, esponendosi però ai tiri dall’arco delle cecchine ragusane. La situazione apre le porte alle mani sapienti di Martina Kacerik, che mette dentro tre triple su tre nella prima frazione.

Sfruttando la buona lena dall’arco di Kacerik e Romeo, Ragusa allunga a +9 (8-17), ma si fa rimontare grazie al buon lavoro garantito da Gatling sul pitturato. Recupido chiama time out per vederci chiaro, ma Palermo rimane comunque in partita, portandosi anche sul -2. Sul finale di quarto esce tutta l’esperienza delle ragazze di Gianni Recupido che con Hamby prima e Soli poi chiudono sul +8 il primo quarto.

Nel secondo quarto iniziano le rotazioni vere, con Valentina Gatti e Agnese Soli che entrano di più nel vivo del gioco. Ma il vero fattore del quarto si chiama Chiara Consolini, che dai 6,75 devasta la difesa palermitana. A metà quarto Coppa deve sostituire Gatling per farla rifiatare, al suo posto El Habbab.

Questa è la mossa che complica la vita alla Andros. Ragusa difende ferocemente sulle piccole di Palermo, che non riescono a trovare la chiave giusta per sfondare. La Passalacqua allunga anche sul +20, ma Miccio e Russo chiudono il quarto in bellezza e riportano la SBC sul -15 (36-51).

Il terzo quarto si apre con i due punti di Gatling a cui risponde subito Walker. L’intensità difensiva aumenta, con la conseguenza che si fanno molti più falli e che Ragusa allunga piano piano, sfruttando la fisicità delle proprie ragazze. Coppa prova a rimettere dentro El Habbab, sperando in una sua reazione d’orgoglio. Ma l’inerzia non cambia e la Passalacqua continua ad allungare sfruttando un gioco da tre punti di Hamby (38-62).

A metà quarto momento di tensione in campo fra Rosa Cupido e Nicole Romeo. L’italo-australiana si è lamentata per un precedente contrasto duro con Russo. L’arbitro di tutta risposta fischia l’antisportivo alla Passalacqua, fra le ire dei tanti tifosi biancoverdi accorsi dal comune ibleo.

Palermo si riporta sul -20, ma la Virtus Eirene torna subito ad allungare con Martina Kacerik, che piazza due triple consecutive portandosi sul 6 su 6 da tre e sul 70% dal campo. Ragusa arriva al +26 di massimo vantaggio con la tripla di Romeo (51-76), con cui si chiude il terzo parziale.

Nell’ultimo quarto Ragusa spezza le difese della Andros, partendo subito forte con la tripla di Nicole Romeo. In campo di nuovo Valentina Gatti, a causa del fatto che Ashley Walker si è presa il quarto fallo sullo scadere del terzo quarto. Rosa Cupido prova a tenere a galla la SBC, ma la Passalacqua si porta addirittura sul +30.

Nel finale Palermo molla e Ragusa mette dentro triple pesanti con Consolini e Romeo. Nel finale Recupido concede spazio alle giovani Baieri e Laura Gatti. Il finale dice Palermo – Ragusa 66-97.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.