8 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.58

Basket: niente da fare per Palermo, il primo derby è di Ragusa | FOTO

14 Settembre 2019
Ph. Laura Moltisanti
Ph. Laura Moltisanti
Ph. Laura Moltisanti
Ph. Laura Moltisanti

La Virtus Eirene Ragusa ha battuto la SBC Palermo per 78-62 nella prima uscita ufficiale per le due formazioni militanti nel campionato di Serie A1 di basket femminile. Una vera e propria festa per lo sport siciliano, che ha visto in scena un derby fra due delle sue compagini cestistiche, per la prima volta ad alto livello.

Per quanto riguarda la partita, si è rivelato decisivo il terzo quarto, nel quale il nuovo acquisto ragusano Ashley Walker ha trascinato le sue compagne di squadra ad un +19 di fine parziale. Bene anche la Ibekwe, autrice di 17 punti a referto.

Daerica Hamby
Daerica Hamby – Foto Virtus Eirene Ragusa

Ancora assente invece Daerica Hamby,  impegnata nei play-off con le Las Vegas Aces nella Woman NBA.  Proprio l’americana è stata premiata con il riconoscimento di “Sixth Woman of The Year” dalla lega statunitense, un ulteriore attestato di forza della forte giocatrice made in USA.

In casa Palermo si può parlare certamente di una buon test precampionato, almeno fino alla fine del secondo quarto. Buona prestazione sia di Keisha Gatling che di Liliana Miccio, top scorer della Andros con 17 punti a referto.

Poi la SBC ha pagato un po il rush di Ragusa, la quale ovviamente può vantare un tasso tecnico decisamente di livello. Coach Santino Coppa può comunque ritenersi contento della prestazione delle sue ragazze, le quali devono però lavorare molto in vista della prossima stagione.

Soddisfatto del risultato il coach della Virtus Eirene Ragusa Gianni Recupido, che, attraverso i canali ufficiali della società ragusana dichiara che questa era la “prima vera amichevole e all’inizio si è visto. Palermo ha messo tanta intensità, hanno messo subito le mani addosso e hanno segnato tanto nei primi due quarti. Si vede che giocano insieme da tempo mentre noi in questo momento abbiamo solo tre giochi e facciamo fatica pure a ricordarceli.

L’allenatore ragusano fa i complimenti alla SBC Palermo: “E’ stato un test importante, abbiamo capito che andare a giocare a Palermo non sarà facile per nessuno e che Santino Coppa dimostra sempre di essere un allenatore validissimo. Abbiamo visto delle buone cose per quanto riguarda la nostra squadra ma anche delle grandi difficoltà, per esempio il rimbalzo offensivo; inoltre dobbiamo sicuramente muovere la palla di più ed essere più bravi a sfruttare i miss match che abbiamo a disposizione. C’è tanto da aggiustare in difesa soprattutto nell’uno contro uno ma abbiamo tre settimane per arrivare pronti“.

Il prossimo impegno per le due formazioni siciliane sarà il “Primo Trofeo Internazionale Città di Palermo, un quadrangolare in cui la Virtus Eirene e la SBC Palermo si scontreranno con la campione in carica Famila Schio e con la rappresentativa turca del Galatasaray. Appuntamento per sabato 21 e domenica 22 settembre al Palamangano di Palermo.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.