Basket: Palermo grinta e orgoglio, ma soccombe all'over time contro Geas :ilSicilia.it
Palermo

MVP COSTANZA VERONA

Basket: Palermo grinta e orgoglio, ma soccombe all’over time contro Geas

12 Gennaio 2020
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino
SBC Palermo - Geas, foto di Giuseppe Bertolino

GUARDA LE FOTO IN ALTO

La SBC Palermo soccombe contro la Geas per 75-78. La squadra di Santino Coppa ha messo in croce le lombarde, costringendole addirittura all’over time. Le siciliane rimangono così a 10 punti in classifica, ponendosi di poco al di sopra delle linea di galleggiamento che vale la salvezza.

Top scorer dell’incontro Markeisha Gatling, autrice di 23 punti. Il titolo di MVP va però a Costanza Verona. La più giovane delle due sorelle in campo fa valere il tasso tecnico e libera spesso le compagne di squadra dall’arco, portando a casa punti importanti.

Nel post partita le due sorelle Verona hanno consegnato un premio alla carriera a Simona Chines, vice-presidente della SBC Palermo nonché madre delle due giocatrici.

STARTING FIVE

PALERMO: Cupido, Gatling, Flores Costa, Cooper, Miccio

GEAS: C.Verona, Crudo, Oroszova, Williams, Brunner

IL MATCH

Parte meglio Palermo che realizza un 6-2 di parziale. La tripla di Orozsova spezza l’inerzia, ma soltanto per un attimo. Coach Zanotti chiama subito time out per chiarire le idee alle sue ragazze, con la SBC sopra di 6.

SBC Palermo – Geas, foto di Giuseppe Bertolino

Liliana Miccio entra in tabellino con una bomba pesante che vale il +9. La Geas soffre terribilmente in fase offensiva, provandoci senza successo dalla linea dei 6,75. Brunner sblocca il tabellino di Sesto con un buon lavoro sotto canestro, a cui dà una botta di vita la tripla di Williams.

La Geas scende sul -3 e coach Coppa chiama time out a 2’47” dalla fine del primo quarto. Gatling fa soltanto 1 su 2 a cronometro fermo e Williams accorcia ulteriormente il distacco. Ma ci pensa Miccio a riportare Palermo sul +5 con una bella conclusione dall’arco. A un minuto dalla fine del quarto si vede in campo anche Marta Verona.

Oroszova fa due sue due dalla linea della carità, chiudendo il quarto sul 18-15 in favore di Palermo.

WILLIAMS ROMPE L’EQUILIBRIO

Williams apre il secondo quarto con un canestro in contropiede, su una palla persa di Marta Verona. Momento favorevole per la Geas, che pareggia il conto sul 19 pari con la tripla di Panzera. La partita si incattivisce e le squadra vanno in bonus già a metà secondo parziale.

SBC Palermo – Geas, foto di Giuseppe Bertolino

Ma è l’americana di Geas che rompe l’equilibrio con una bomba che vale il +4 (22-26) e che obbliga Santino Coppa a chiamare time out (a 4’02” dall’intervallo lungo). Russo segna due punti al rientro in campo, con Cupido che completa la rimonta (26-26). Ma San Martino reagisce immediatamente prima con la solita Williams e poi con la tripla di Sara Crudo.

Russo prova a replicare dalla lunetta, ma è ancora la numer 9 di Geas a mettere dentro un’altra tripla pesante. Shayla Cooper ci mette una pezza, prendendosi un ottimo gioco da tre punti e riportando la SBC sul -3. Il punto realizzato a cronometro fermo da Russo chiude il quarto sul 32-34 in favore di Sesto San Giovanni.

DOPO L’INTERVALLO LUNGO

Al rientro in campo, si rivede a referto Markeisha Gatling, che riporta il punteggio in parità. Sesto però non molla e torna a +4 sfruttando le giocate da due di Brunner ed Oroszova.

SBC Palermo – Geas, foto di Giuseppe Bertolino

Williams dall’arco è implacabile e realizza la bomba del +5, diventando la prima giocatrice dell’incontro ad entrare in doppia cifra. Palermo soffre il pressing della Geas e perde parecchi palloni sanguinosi, uno dei quali segna il massimo vantaggio lombardo (+8 grazie alla tripla di Oroszova).

A 4’03” dalla fine del quarto e sotto di sei, Coppa chiama time out. Gatling accorcia le distanze e cerca di dare una svegliata alle sue compagne, ma la SBC continua a tirare poco. Le siciliane sprecano tanto anche a cronometro fermo, con percentuali che si abbassano vertiginosamente. Flores Costa fa addirittura zero su due, ma è brava Cooper a rimbalzo e a prendersi altri due liberi, stavolta realizzati.

Sul finale di quarto si sveglia Costanza Verona, che mette dentro la tripla del +7 e si prende un rimbalzo pesante in difesa che stoppa l’ultima azione palermitana. Il terzo parziale si chiude sul 45-52 in favore della Geas.

L’ULTIMO QUARTO

Shayla Cooper dà una scossa alle sue compagne di squadra, con una tripla che vale il -4. Oroszova replica dall’altra parte, ma Palermo è in partita e Cupido realizza un bel gioco da tre punti. Liliana Miccio completa la rimonta, con una bomba molto pesante. Il pubblico del PalaMangano si infiamma, con Flores Costa che serve un assist al bacio per Gatling che fa mettere la testa avanti alla SBC.

SBC Palermo – Geas, foto di Giuseppe Bertolino

Nel momento clou della partita, Sesto San Giovanni continua a far male dall’arco, prima con Costanza Verona e poi con Brunner. La partita rimane in bilico, con le siciliane sul -2 (58-60).

Palermo commette però troppi errori e consente a Botteghi di insaccare comodamente la tripla del +5. Ma la Andros è squadra tenace e pareggia di nuovo il conto, grazie al duo Gatling-Miccio. La partita va a folate ma continua a rimanere in bilico. Palermo soffre troppo a rimbalzo e Geas continua ad avere extrapossessi.

A 1’13” dalla fine della partita Zanotti chiama time out, con Sesto avanti di un solo punto (66-67). Williams fa solo uno su due ma la SBC non ne approfitta, sprecando l’ennesimo possesso. Geas va in bonus a poco più di 30 secondi dalla fine e Gatling guadagna due tiri liberi importanti, che realizza.

Sessantotto pari e Sesto chiama l’ennesimo time out a soli venti secondi e otto decimi dalla fine. La partita è sul filo di lana e la tensione si fa sentire. Le lombarde sprecano così l’ultimo possesso e si va all’over time.

SUPPLEMENTARI

Gatling apre con due punti in favore di Palermo, poi però insacca nel suo stesso canestro. In seguito, Costanza Verona mette in campo tutta la sua tecnica e piazza una tripla da oltre sette metri in arretramento che porta avanti la Geas.

Francesca Russo sbatte contro il muro umano Ercoli ma riesce comunque a segnare. Infortunio per Liliana Miccio, per un contrasto duro con Costanza Verona. E’ proprio l’enfant prodigè palermitana a fare due su due a cronometro fermo e a riportare Sesto sul +3.

A 1’58’ dalla fine Coppa chiama time out, cercando di pensare a qualche soluzione offensiva e per caricare a palla le sue ragazze. Palermo è sotto di tre ma ancora è in partita. Cooper fa uno su due ma il vero fattore della partita è la Ercoli, bravissima a rimbalzo e a far guadagnare extrapossessi alle sue compagne di squadra.

La Geas è in difficoltà, ma rimane comunque avanti di tre. L’ultima azione è di Palermo, ma Miccio spreca dall’angolo e Sesto si porta a casa la partita. Finale dal PalaMangano, 75-78.

 

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.