Basket: Ragusa stende ancora Schio, è di nuovo primato in classifica | FOTO :ilSicilia.it
Ragusa

SCLEDENSI BATTUTE PER 74-67

Basket: Ragusa stende ancora Schio, è di nuovo primato in classifica

di
25 Gennaio 2020
Ragusa-Schio, foto di Laura Moltisanti
Ragusa-Schio, foto di Laura Moltisanti
Ragusa-Schio, foto di Laura Moltisanti
Ragusa-Schio, foto di Laura Moltisanti
Ragusa-Schio, foto di Laura Moltisanti

GUARDA LE FOTO IN ALTO

La Virtus Eirene Ragusa rinconquista la vetta della classifica, battendo la Famila Wuber Schio per 74-67.

Top scorer dell’incontro Daerica Hamby con ben 27 punti a referto, ma il titolo di MVP va a Chiara Consolini. La capitana della Passalacqua tiene a galla le sue compagne nei momenti difficili dell’incontro, consentendo così alle aquile di coach Recupido di portare a casa la vittoria.

In casa Schio espulso coach Vincent a metà terzo quarto. Bene Sandrine Grudà e Sabrina Cinili, mentre ha avuto una battuta d’arresto il nuovo acquisto Leonor Rodriguez. Forse le fatiche di Eurolega si sono fatte sentire sulle gambe della formazione veneta.

IL MATCH

Dopo la sconfitta rimediata dalla aquile iblee contro la Segafredo Bologna, la partita potrebbe essere decisiva. I ritmi sono alti fin da subito, con le difese impegnate a limitare le tiratrici avversarie. Partono forte Dotto da un lato ed Hamby dall’altro, cercando di smuovere le acque dell’incontro. Il primo quarto si chiude infatti sul 19 pari.

La partita procede sotto l’ottica dell’equilibrio, con Schio che continua a mantenere un leggero vantaggio. La svolta avviene a 6’33” dalla fine del secondo quarto, quando Andrè commette un fallo antisportivo su Romeo e consente a Ragusa di iniziare a creare un piccolo solco. Le aquile non si fanno pregare e con Hamby ribaltano la prevalenza territoriale di Schio. Da qui in poi è un dominio delle ragazze di Recupido, con Schio che non riesce ad avere conclusioni facili.

Chiave tattica dell’incontro è Nicole Romeo, posta a marcatura difensiva su Francesca Dotto. La numero 23 di Schio fatica a costruire gioco, costrigendo le compagne di squadra a forzare le conclusioni. Coach Vincent chiama time out ma l’andamento dell’incontro non cambia. E’ la solita Daerica Hamby a portare la Passalacqua sul +8 di massimo vantaggio, sfruttando anche il bonus raggiunto dalla Famila.

Dotto prova a spezzare l’inerzia, ma la stanchezza si fa sentire in entrambi gli schieramenti. L’uno su due di Andrè a cronometro fermo chiude il secondo quarto sl punteggio di 37-31 in favore della Virtus Eirene.

HAMBY AGO DELLA BILANCIA

Il primo possesso del terzo parziale è di Ragusa, ma Walker sbaglia sotto canestro, mentre Harmon accorcia dall’altra parte sul -5. Recupido mette dentro Valentina Gatti, che non ha ancora il ritmo partita e si vede quando subisce il canestro con fallo di Andrè sul filo dei 24′. Risultato, la Famila Schio si rifà sotto e si riporta sul -2 (39-37). La Passalacqua continua a commettere falli (terzo di squadra già dopo due minuti e mezzo).

A 6’45” dalla fine del terzo fallo di Harmon su Hamby e Vincent perde la testa, protesta con gli arbitri e si fa espellere. Romeo fa 2 su 3 a cronometro fermo e riporta la Passalacqua sul +5. Sulla panchina delle venete si siede il vice-coach Zanella. Schio sbarella un attimo e Romeo punisce le campionesse d’Italia, con una tripla che vale il +8. Cinili replica dall’altra parte ma Hamby è un martello e mantiene Ragusa a distanza di sicurezza.

A 4’41” Hamby commette il suo terzo fallo e manda Ragusa in bonus. Harmon fa due su due e tiene Schio in partita. Incredibile ma vero, la sixth women of the year dello scorso anno fa fallo in attacco e si accomoda in panchina. La Passalacqua si trova in emergenza e Schio si riporta sotto. Walker si intestardisce e si fa stoppare da Harmon, sul contropiede Sandrine Grudà firma il canestro del -1 e costringe Recupido a chiamare time out.

CONSOLINI SHOW SULLA FINE DEL TERZO QUARTO

Il coach dell’Eirene mette in campo Soli e Tagliamento, per cercare di variare i propri schemi offensivi. Consolini è la donna della provvidenza e lo dimostra sul finale di tempo, con una tripla che vale il +4, subito seguita da un semigancio che segna il +6. Nel frattempo, Harmon commette il suo quarto su Soli e si accomoda in panchina.

Grudà prova a riportare sotto Schio, ma Consolini è una macchina e realizza un’altra tripla. E’ proprio la capitana di Ragusa a chiudere con un gran canestro il terzo quarto, sul 59-52 in favore delle padrone di casa.

Schio non si arrende ed apre l’ultimo quarto con la bomba di Keys, seguita dal rimbalzo vincente di Grudà e dalla tripla di Rodriguez. Partita ribaltata e la Famila ritorna avanti, con Recupido costretto a rimettere Hamby caricata da quattro cambi. L’americana raggiunge quota 24 e Ragusa ritorna soltanto a -1. La rimonta è completata dalla tripla pesantissima di Nicole Romeo. La partita va a fiammate e non si riesce a trovare un vero e proprio padrone dell’incontro.

RAGUSA DA LA SPALLATA DECISIVA

Hamby torna ad essere ancora devastante, riportando la Passalacqua sul +6 con due canestri consecutivi. Il primo su una grande azione iniziata da Romeo, proseguita da Walker e concretizzare proprio dall’americana. La seconda invece arriva su un tiro sbagliato di Consolini, brava Hamby a recuperare il rimbalzo e a realizzare il +6. Zanella chiama time out a metà quarto, per cercare di recuperare le misure.

Ma Schio continua a soffrire e Walker realizza il +8. Ma nel momento più difficile della Famila ci pensa miss 100 presenze in nazionale, Sabrina Cinili, a realizzare la bomba del -5. A 3′ 09” dalla fine della partita, Daerica Hamby commette il suo quinto fallo ed è costretta ad uscire.

Ragusa si trova a fare una cosa in cui non è brava, ovvero gestire il tempo. Cinili commette il suo quinto fallo ed è costretta ad uscire, al suo posto Battisodo. La tensione si fa sentire e gli errori aumentano da entrambe le parti. La Passalacqua guadagna due liberi con Nicolodi. La giocatrice etnea sbaglia entrambi i tiri, ma è brava a rimbalzo e a servire Walker per il +7.

Grudà, ultima ad arrendersi, mette dentro l’ennesimo canestro ma è Romeo a chiudere la partita, realizzando i due liberi del 74-67 finale.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.