Battiato, il fratello: "Non si è accorto del trapasso. Domani i funerali in forma privata" :ilSicilia.it
Catania

a milo

Battiato, il fratello: “Non si è accorto del trapasso. Domani i funerali in forma privata”

di
18 Maggio 2021

Saranno celebrati domani mattina in forma strettamente privata e riservata, nella sua villa di Milo, i funerali di Franco Battiato. Sarà un sacerdote amico dell’artista e della famiglia a presiedere la cerimonia. Secondo quanto si è appreso, la salma sarà cremata e le ceneri saranno poi conservate nella cappella di famiglia.

Franco Battiato “non si è accorto del trapasso” perché “per sua fortuna era avvolto da un coma profondo“. Lo afferma il fratello Michele in un colloquio con il sito del Corriere della Sera, anticipando che “i funerali saranno in forma strettamente privata” perché è “un momento intimo e privato che non può essere violato da interviste e telecamere“.

“Ho chiamato un sacerdote nostro amico – aggiunge – che conosceva e parlava con Franco. Ci sarà lui a benedire, accanto a noi, pochissimi, quasi gli stessi che mio fratello ha avuto vicini in questi mesi di sofferenza. Nessun altro. Ecco perché abbiamo pensato al servizio d’ordine”.

Quando ha chiuso gli occhi per sempre l’artista non era solo, ma, rivela ancora il fratello, “circondato da me, mia moglie, i nipoti, i collaboratori e due medici che non ci hanno mai lasciato”. Michele ricorda il giorno del 76esimo compleanno del fratello Franco: “era contento della festicciola, riuscì anche ad assaggiare la torta”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin