Be positive: come diventare la migliore versione di noi stessi :ilSicilia.it

un'importante strategia che riesce a farci vivere meglio ogni difficoltà

Be positive: come diventare la migliore versione di noi stessi

4 Ottobre 2019

Essere positivi è un’importante strategia che riesce a farci vivere meglio ogni difficoltà. Capita di ritenerci tali ma di non esserlo veramente e ciò si vede da come si reagisce agli eventi, da quanto si riesca a trovare una soluzione e ad accettare le conseguenze delle proprie azioni, senza scadere in eccessi lacrimosi e rabbiosi.

Essere ottimisti ha certamente a che fare con il bagaglio genetico e con l’ambiente familiare in cui si è cresciuti. Tuttavia, è una disposizione mentale che si può acquisire anche in età adulta, seguendo un training specifico. Non mi riferisco all’essere poco realisti e idealisti, perché si andrebbe incontro a delle delusioni, quindi, a nulla di benefico. L’ottimismo a cui sto facendo riferimento è la tendenza e l’attitudine, non tanto naturale ma consolidata, a considerare, valutare e sentire la realtà in maniera costruttiva, senza distorcerla. Se una storia finisce si può aver sempre tenuto in conto che non vi sono certezze, che un amore può finire e si deve accettare, che si potrebbe evitare di trascinarsi una storia già finita da tempo, pertanto, sfruttando l’esperienza dolorosa per crescere e migliorarsi. Se il lavoro non garantisce dei guadagni sostanziosi, occorre cercare di capire come muoversi e cosa studiare per renderlo più sicuro e si può essere certi e determinati che, se si mettono in atto delle strategie opportune, la probabilità di successo e riuscita della propria impresa è altissima. Se si deve subire un delicato intervento si deve pensare che, se si muore, come la vita è bella, visto che il creatore è lo stesso, sarà bella anche la morte, anche se avvolta nel mistero. E così via.

Come dicono anche i buddisti, non si deve rispondere quando si è arrabbiati, meglio parlare a freddo e dopo aver riflettuto bene, cercando di capire se ne vale davvero la pena, se è così importante, se si può sorvolare, etc. Non bisogna fare promesse che non si possono mantenere solo perché presi dall’entusiasmo, meglio farle dopo aver maturato i desideri o gli affetti. Non bisogna prendere decisioni quando si è tristi. Si rischia, poi, di risultare incoerenti o di non poter tornare più indietro.

È scientificamente dimostrato che il pensiero positivo migliora il modo di pensare globale, rende più potenti le capacità di scelta e aumenta le vibrazioni energetiche attraendo a noi persone ed eventi favorevoli. Le emozioni positive non ci fanno solo stare bene, spiega Barbara Fredrickson, trasformano le nostre menti, i nostri corpi e la nostra capacità di riprenderci da tempi difficili.

Mi rendo conto che può sembrare un pensiero frivolo e, alcuni di voi, saranno portati a concludere che io lo dico perché ho avuto una vita facile e non ho mai avuto problemi. Uno dei miei segreti di bellezza è proprio il pensiero positivo che mi ha aiutato in momenti di grande criticità sia nell’ambito della salute sia in quello economico e affettivo. Capire cosa sono le emozioni positive e come accrescerle, nutrirle e coltivarle è fondamentale e sarebbe la chiave per risolvere efficacemente tutti i tipi di problemi. Ci sono tutta una serie di emozioni che sottovalutiamo, compresi i sentimenti di gratitudine, di amore e vicinanza per le persone a cui teniamo. Spesso, se, invece di guardare alla nostra delusione per un comportamento avuto dalla persona che amiamo, guardassimo bene alle ragioni che sottendono al suo comportamento, fossero anche i suoi limiti mentali, potremmo evitare molte discussioni inutili o solo distruttive.

Io cerco ogni giorno di trasmettere quello che ho capito ai miei pazienti e a voi lettori, grandi o piccini. Induco, cioè, negli altri, emozioni positive. La scienza del comportamento umano è la chiave per aiutare le persone ad affrontare le avversità e a vivere una vita migliore, circondandosi di persone altrettanto benefiche ed energiche. Cerchiamo di diventare la migliore versione di noi stessi. Le emozioni positive ci aprono la mente e fanno respirare la personalità. È così che diventiamo ricchi, che incontriamo il vero amore, che reagiamo con strategia quando siamo costretti a lottare per sopravvivere.

Credo che la mia pelle sia una prova di quanto vero sia quello che dico e che attuo giornalmente. Direi che è alla base di qualunque trattamento estetico, assicurandone la buona riuscita.

Wonder saluti a tutti voi.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.