Beni culturali e identità: Calabria e Sicilia insieme per potenziare lo sviluppo dei territori :ilSicilia.it

L'annuncio di Samonà

Beni culturali e identità: Calabria e Sicilia insieme per potenziare lo sviluppo dei territori

di
16 Settembre 2021

Una doppia iniziativa culturale che vedrà protagoniste le due regioni più meridionali d’Italia. In programma una grande manifestazione che si svolgerà su due tappe, una in Calabria che avrà luogo sabato 18 settembre alle ore 18 in Piazza Italia a Taurianova, e un secondo appuntamento a Taormina, domenica 26 settembre. Gli incontri avranno come tema quello di una comune visione, a partire dalla cultura greca e da una progettualità culturale che vede Calabria e Sicilia insieme per uno sviluppo possibile, proprio a partire dai temi della cultura e dalla valorizzazione dell’identità.

L’iniziativa – fortemente voluta dal Presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì e dall’assessore ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà – è stata programmata nel corso di un incontro che si è tenuto nel mese di maggio a Roma.

Il progetto, coordinato per la Calabria dall’archeologa Mariangela Preta, e per la Sicilia dalla professoressa Fulvia Toscano, vedrà alcune tematiche comuni affrontate da esperti del settore opportunamente coinvolti: in particolar modo si mirerà a divulgare e valorizzare la storia e la cultura intese come pluralità, ovvero somma delle storie e delle culture locali, con l’obiettivo di tutelare e trasmettere il valore che hanno per la comunità, sottolineandone, in particolare, la dimensione di bene comune e il potenziale che può generare per lo sviluppo dei territori.

«Quella che sarà messa in campo con questi appuntamenti  sottolineano il presidente Spirlì e l’assessore Samonà – è un’azione sinergica che è volta a costruire un ponte culturale fra le nostre due regioni nel nome di una comune visione mediterranea, grazie alla quale lo Stretto diventa un punto di incontro e non di divisione: una relazione privilegiata che pone al centro alcuni importanti temi, fra cui la comune cultura greca, la valorizzazione dei piccoli borghi, la nostra storia e l’identità dei luoghi».

Il primo appuntamento vedrà relatori il Sottosegretario del Ministero alla Cultura Lucia Borgonzoni che ha ben accolto l’iniziativa, il Presidente della Regione Calabria Nino Spirlì, l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà, il direttore generale del dipartimento agricoltura della Calabria Giacomo Giovinazzo, l’archeologa e referente del progetto per la Calabria Mariangela Preta, il direttore del museo della lingua greco-calabra “G.Rohlfs” Pasquale Faenza, il consigliere comunale con delega alla cultura del comune di Caraffa, Serena Notaro. Modererà l’evento la giornalista Teresa Cosmano.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin