Beni culturali, Musumeci manterrà la delega "fino all'anniversario della morte" di Tusa :ilSicilia.it

l'annuncio del presidente della regione

Beni culturali, Musumeci manterrà la delega “fino all’anniversario della morte” di Tusa

10 Ottobre 2019

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha annunciato che manterrà ad interim la delega sui Beni culturali “fino all’anniversario della morte” dell’assessore e archeologo Sebastiano Tusa, scomparso nel marzo scorso nell’incidente aereo di Addis Abeba, lo ha detto durante la presentazione a palazzo Abatellis della mostra di sette capolavori perduti e ricostruiti attraverso l’uso di tecnologie avanzate.

Ha poi affermato che promuoverà un piano per la sicurezza e la riqualificazione dei musei siciliani. Il piano sulla sicurezza dei musei, ha aggiunto, prevede un bando internazionale e nasce dall’esigenza di tutelare una vasto patrimonio artistico esposto al rischio di razzie. Molti capolavori sono precariamente custoditi in strutture come chiese e oratori.

Abbiamo promosso un piano per potenziare la sorveglianza e per mettere in rete tutti gli spazi museali sia pubblici che privati“, ha precisato Musumeci. Oltre all’assunzione di nuovo personale (i concorsi saranno banditi tra la fine dell’anno e la metà del 2020), saranno attuate politiche per unificare il marketing: tutti i musei osserveranno tra l’altro stessi orari e stesse modalità di apertura.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.