Biglietti Ast gratis e mega centro direzionale della Regione: tutte le norme della manovra :ilSicilia.it

Le misure del disegno di legge

Biglietti Ast gratis e mega centro direzionale della Regione: tutte le norme della manovra

di
15 Gennaio 2019

Norme in favore degli enti intermedi, la razionalizzazione del patrimonio immobiliare delle aziende sanitarie, sconti e biglietti gratis per studenti e appartenenti alle forze dell’ordine sui mezzi dell’Ast: questi alcuni dei provvedimenti inseriti nel collegato alla Finanziaria varato dalla giunta regionale. Sono quattro i disegni di legge approvati ieri dall’esecutivo Musumeci. Quello generale, che comprende 17 articoli, è già stato trasmesso ai tecnici dell’Ars.

Vediamolo in dettaglio.

Per quel che riguarda l’insularità, il disegno di legge prevede l’attuazione di interventi di coesione e di perequazione, nonché azioni per incentivare lo sviluppo delle Zes, le Zone economiche speciali. Si tratta di provvedimenti che andranno a vantaggio delle imprese operanti in Sicilia, in particolare in ambito fiscale.

Si prevede poi la realizzazione a Palermo, in via Ugo La Malfa, del centro direzionale della Regione Siciliana.

Progetto Centro direzionale della Regione [Fonte GDS, 19.03.2018]

In questa struttura troveranno spazio gli uffici degli assessorati, dei dipartimenti e delle società partecipate. Un altro articolo, invece, introduce una nuova disciplina legislativa per il Garante dei detenuti.

E veniamo al patrimonio immobiliare delle aziende sanitarie: si prevede “un piano straordinario di valorizzazione e dismissione“, da attuare anche mediante “conferimenti a fondi immobiliari esistenti“. Un altro articolo abolisce l’obbligo di certificazione medica per le assenze scolastiche che superano i cinque giorni, “fatta eccezione per le ipotesi in cui i certificati medesimi siano richiesti da misure di profilassi previste a livello internazionale e nazionale per esigenze di sanità pubblica“.

Novità anche in materia di appalti pubblici, con l’introduzione di un metodo aritmetico che consenta di eliminare gli eccessi di ribasso nella gare.

Per Città metropolitane e Liberi consorzi di Comuni ecco stanziati interventi da 13,2 milioni di euro, per ciascun anno, per il 2019, 2020 e 2021. Biglietti gratis e sconti per studenti, disabili e ultra 65enni che viaggeranno sui mezzi dell’Ast, ma anche per membri delle forze armate e dell’esercito.

Sarà stipulata una convenzione con le province autonome di Trento e Bolzanoavente ad oggetto il supporto nella valutazione e revisione del sistema di gestione del ciclo dei rifiuti“. Lo stanziamento per le missioni è di 15mila euro. Atri 10mila saranno impiegati per una convenzione con l’Ispra. Stabilito un contributo di 360mila euro per un triennio alla Fondazione Whitaker per l’utilizzo di Villa Malfitano.

Si prevede la possibilità, per l’Assessorato regionale dell’Economia, di stipulare polizze per la copertura assicurativa degli immobili facenti parte del demanio e del patrimonio della Regione Siciliana. Si stanzia, inoltre, un contributo da un milione di euro alle società sportive per il triennio 2019-2021. Infine si consente ai Comuni di recuperare le somme non spese per opere incompiute per cause di forza maggiore o calamità.

 

LEGGI ANCHE:

Regione, ritorna l’idea del Centro Direzionale: pronto il progetto da 300 milioni

Armao: “Stiamo lavorando per il nuovo Centro Direzionale”

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.