15 novembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 07.31
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

la stoccata del capo dell'opposizione

Bilancio 2017, Ferrandelli: “Bocciamolo e poi andiamo a nuove elezioni a Palermo”

29 settembre 2018

“La terzietà e autorevolezza delle voci che si sono susseguite in questi mesi circa lo stato dei conti del Comune di Palermo, numeri da noi esaminati nei mesi di campagna elettorale e rispetto ai quali avevamo chiesto fiducia ai palermitani per attuare interventi opposti a quelli messi in campo, rapidi e strutturali, oggi però impongono una seria riflessione da parte di tutti coloro che hanno testa sulle spalle e cuore dentro il petto”. Queste le riflessioni di Fabrizio Ferrandelli, capo dell’opposizione al Comune di Palermo.

Il Mef, la Corte dei conti, i commissariamenti dei bilanci da parte della Regione e infine questo parere dei revisori – aggiunge – danno perfettamente l’immagine di un Comune che precipita verso il baratro con dei conducenti che continuano, ormai da troppi anni, a guidare senza mai cambiare rotta, in maniera spericolata e spregiudicata e senza ascoltare gli altri passeggeri che da mesi, avendolo avvistato, non hanno mai smesso di segnalare il pericolo”

Siamo in un chiaro dissesto funzionale del Comune di Palermo – conclude Ferrandellial quale si aggiungerà presto, se non si interviene, quello finanziario. Abbiamo l’opportunità di cambiare le cose, adesso che in Consiglio c’è finalmente una vera opposizione. Chiedo a tutti i consiglieri comunali, indistintamente dalle appartenenze, di bocciare questo bilancio, di liberarci di questi conducenti e di aprire una fase di lavoro serio e convergente sui problemi reali della città delineando la conclusione anticipata di questa consiliatura per arrivare a nuove elezioni”.

 

Leggi anche:

Palermo, doccia fredda sull’Amministrazione Orlando. I revisori bocciano il bilancio 2017

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I bambini iperattivi non sono maleducati

Alle scuole e alle famiglie mancano sempre le risorse sufficienti per svolgere al meglio questo difficile incarico. Occorre che tutte le figure coinvolte lavorino in sinergia, assumendo atteggiamenti autorevoli e coerenti.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.