Bilancio regionale, il M5S all'attacco di Armao: "Mediti sulle dimissioni" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Bilancio regionale, il M5S all’attacco di Armao: “Mediti sulle dimissioni”

di
26 Luglio 2021

“Già un mese e mezzo fa mettevamo in guardia il governo regionale e l’opinione pubblica sul buco milionario dei conti della Regione proponendo delle misure alternative che potessero risparmiare ai siciliani tagli ai servizi essenziali. Ovviamente con l’ormai consueta superficialità Armao e Musumeci non ci hanno degnato di ascolto, salvo adesso correre ai ripari con variazioni di bilancio che taglieranno soldi e servizi soprattutto per le categorie più fragili. Chissà se Armao mediterà sulle sue dimissioni”.

A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle Nuccio Di Paola e Valentina Zafarana che, dati alla mano, tornano ad incalzare il governo regionale e l’assessorato al Bilancio suggerendo tagli a sprechi e partecipate per colmare le minori entrate relative alle imposte dovute alla pandemia.

“Mancano all’appello circa 65 milioni di euro per l’esercizio finanziario in corso – spiegano i deputati – che per colpa di Armao e Musumeci saranno sottratti ai servizi essenziali per i cittadini. La situazione sarà gravissima nel 2022 quando mancheranno all’appello oltre 900 milioni. Cosa taglieranno Musumeci e Armao? Gli sprechi e le partecipate? Assolutamente no. Anzi a subire la sforbiciata saranno ancora una volta i servizi essenziali: Si va dai 3 milioni in meno per opere pubbliche nelle zone colpite da eventi calamitosi, ai 7 milioni (su 8) tolti ai talassemici, ai 17,5 (su 19) tolti ai comuni per il ricovero dei minori disposto da autorità giudiziaria, ai 13,5 milioni (su 15) sottratti alle comunità alloggio per i pazienti dimessi da ospedali psichiatrici giudiziari. E ancora, tolti 8 milioni (su 9) al fondo unico per lo spettacolo, 2 milioni (tutti) per i contributi a famiglie meno abbienti, 17 milioni (su 19) ai fondi per obbligo scolastico, 58 milioni (su 65) al trasporto verso le isole minori, 28 milioni (su 32) all’attività di assistenza agli alunni con disabilità, 84 milioni al trasporto pubblico locale, 77 milioni (su 145) al fondo disabili, 233 milioni su 311 al fondo per i Comuni, 51 milioni (su 101) alle province. E inoltre, azzerati gli 8 milioni di contributi ai comuni per il trasporto alunni, ridotti da 10 a 4 milioni gli stanziamenti per la continuità territoriale e da 7,5 milioni a 3,5 quelli per il Reddito minimo di inserimento. Se Armao vorrà godersi l’estate, mediti sulle dimissioni” – concludono Di Paola e Zafarana.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro