Bimbo di 18 mesi rischia di annegare, rianimato all'ospedale di Partinico :ilSicilia.it
Palermo

nel mare di Trappeto

Bimbo di 18 mesi rischia di annegare, rianimato all’ospedale di Partinico

di
7 Giugno 2020

Un bambino di 18 mesi, che ha rischiato di annegare nel mare di Trappeto, in provincia di Palermo, è stato salvato dai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Partinico.

Come riferito dalla madre, il piccolo sarebbe sfuggito al controllo dei genitori e in breve travolto dalle onde. Soccorso dal 118 è stato trasportato in ambulanza con sindrome da annegamento in ospedale dove è giunto in condizioni critiche: in stato soporoso ed ipotermico.

Al pronto soccorso medici, pediatra, rianimatori e personale infermieristico lo hanno rianimato, monitorizzato, valutato tutti i parametri e stabilizzato. Ripristinate le funzioni vitali, il bambino, accompagnato dal pediatra è stato trasportato in ambulanza all’ospedale dei Bambini “Di Cristina” di Palermo dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin