Biodistretto dei Nebrodi, assemblea per il rilancio turistico e agricolo :ilSicilia.it
Messina

martedì 19 Marzo alle 17 a Villa Piccolo

Biodistretto dei Nebrodi, assemblea per il rilancio turistico e agricolo

14 Marzo 2019

Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17, presso la sala congressi di Villa Piccolo a Capo d’Orlando, un’assemblea pubblica aperta alle aziende agricole del territorio dei Nebrodi unitamente ai trasformatori, soggetti operanti nelle filiere agricole, ristoratori ed anche operatori turistici, enti pubblici e rappresentanti professionali e/o di categoria.

Lo rende noto il Direttore del Biodistretto dei Nebrodi, Giusi Maniaci.

L’Assemblea promossa dal Biodistretto dei Nebrodi tratterà della normativa nazionale e regionale regolante i “Distretti del Cibo” e le procedure per il loro riconoscimento e finanziamento. All’Assemblea sarà proposto un Accordo di Distretto che è atto propedeutico alla realizzazione di uno specifico Programma di Distretto da elaborare unitariamente, attraverso la calendarizzazione di eventi di animazione territoriale.

“L’obiettivo è quello di realizzare un programma di sviluppo locale teso a rafforzare la promozione, la sostenibilità ambientale e la programmazione produttiva, nonché la crescita socio-economica dell’intero distretto. È necessario che i Nebrodi facciano un’ulteriore salto di qualità nella gestione delle politiche del cibo affinché attraverso queste il nostro territorio si possa rendere più virtuoso e più attrattivo turisticamente. Per fare ciò occorre mettere insieme imprese, cittadini, associazioni e istituzioni per la definizione e rendicontazione di obiettivi comuni”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Agricoltura, via ai nuovi Distretti del cibo siciliano

Federazione Agricoltori Siciliani, grande successo a Capo d’Orlando | VIDEO

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.