Biomeccanica forense: a Palermo il primo convegno :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

Venerdì 14 giugno

Biomeccanica forense: a Palermo il primo convegno

di
11 Giugno 2019

Venerdì 14 giugno si terrà a Palermo il primo convegno siciliano sulla Biomeccanica Forense dal titolo: La meccanica ed i criteri medico legali di produzione delle lesioni traumatiche derivanti dai sinistri stradali.

Il convegno, che avrà luogo a Villa Lampedusa dalle ore 14,00 alle ore 19,00, è organizzato da Expertise&Experience Srl, S.For.Ass.Sas, Concilium Adr con il patrocinio dell’ordine degli avvocati, dell’ordine dei medici, dell’ordine degli ingegneri di Palermo e provincia e dall’associazione medico-legali.

L’evento mira a fornire un quadro esaustivo sugli ambiti entro i quali la biomeccanica forense agisce. Si tratta di una scienza che studia la meccanica di produzione delle lesioni, riuscendo ad attribuire un preciso rapporto di causa-effetto e ciò ai fini della individuazione delle responsabilità per la loro produzione. La biomeccanica forense applica, dunque, i principi ed i metodi scientifici dell’ingegneria alla soluzione dei problemi in ambito medico, coniugando la tecnica con il diritto e la medicina, necessitando, quindi, della integrazione di saperi.

Il convegno, che si avvale di 12 crediti formativi (6 medici, 3 avvocati e 3 ingegneri), per la prima volta in Italia mette insieme 4 differenti categorie professionali: medici legali, avvocati, ingegneri e giudici.

Durante l’evento interverranno: l’ingegnere Alberto Sartori, (esperto di biomeccanica forense), la dottoressa Govanna Nozzetti (magistrato presso la terza sezione civile del tribunale di Palermo), il dottor Michele Ruvolo (presidente della sezione civile del tribunale di Marsala), il professor Cristoforo Pomara (ordinario di medicina legale all’università di Catania e direttore della medicina legale del policlinico di Catania), e la professoressa Antonina Argo (ordinario di medicina legale all’università di Palermo e direttore della medicina legale del policlinico di Palermo).

I lavori saranno gestiti dal giornalista Antonio Fiasconaro del quotidiano La Sicilia di Catania, esperto del settore sanità e politica sanitaria. I responsabili del convegno sono il dott. Ugo Vetrano di Expertise&Experience srl e l’avvocato Annamaria Marra di Scuolamedici.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco