Blitz antidroga ad Altavilla: otto arresti, il libro mastro con gli acquirenti | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

operazione dei carabinieri

Blitz antidroga ad Altavilla: otto arresti, il libro mastro con gli acquirenti

di
27 Gennaio 2020

Smantellata una rete di spaccio attiva nel Comune di Altavilla Milicia, nel Palermitano. I carabinieri della compagnia di Bagheria hanno eseguito 8 arresti – 4 in carcere, gli altri ai domiciliari – disposti dal gip di Termini Imerese, su richiesta della procura, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Le indagini condotte dal Nor, sezione operativa della compagnia di Bagheria, tra luglio e settembre 2018, hanno consentito di documentare la fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti ad Altavilla Milicia. Tra gli arrestati un 40enne, referente per lo spaccio nel paese, che si avvaleva della collaborazione della moglie, anche lei destinataria di misura cautelare

L’uomo era solito acquistare da grossisti palermitani ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, che poi rivendeva ai pusher locali. La droga veniva nascosta nel vano motore dell’auto e poi in casa, all’interno della grondaia.

Nel corso dell’indagine è emerso che i due coniugi annotavano in un libro mastro i nominativi degli acquirenti, con l’indicazione delle somme dovute. Ricostruiti circa 50 episodi di spaccio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.