22 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 14.02
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Categoria

Blog

di Laura Valenti

Pettegolezzi, bugie e denunce per diffamazione

Nel pettegolezzo si osserva un’asimmetria sociale poiché vengono prese di mira persone che occupano una posizione sociale superiore o invidiata e che, per questo, si vorrebbe detronizzare.
Con la riforma del 1812 nasce il grande latifondo nell'Isola

di Pasquale Hamel

Muore il feudo in Sicilia e i poveri diventano più poveri

Dopo la riforma del 1812, quella che era la Sicilia del feudo, si trasformò nella Sicilia del latifondo e quelli che erano gli antichi e arroganti feudatari, si trasformarono in nuovi e altrettanto arroganti latifondisti,

di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
la settima puntata

di Andrea Giostra

Racconti brevi da leggere online: “La vita appesa ai muri”

Croce è una giovane e bella ragazza siciliana, al servizio di una famiglia borghese e benestante. La sua curiosità di conoscere la vita, la porterà a scoprire “segreti” da confessare al parroco del paese…
Fondò la Società dei terziari francescani, la mafia dell'Uditore

di Pasquale Hamel

Padre Rosario da Partanna, un monaco mefistofelico

Ecco chi era Antonio Russo, meglio noto come padre Rosario da Partanna. Uomo di cultura raffinata e frate cappuccino, ma in realtà mafioso dalla doppia vita
Perché un giovane con tutti i requisiti soffre di senso di inadeguatezza?

di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.

di Mari Albanese

Rapsodia di un caffè: Baldo, sacerdote di un rito laico che ferma il tempo

Esistono posti che non conoscono il tempo che scorre. Incastonato tra i palazzi del Cassaro e il mare, vi è uno spazio che tintinna di silenzio e di quella melodia che fa il cucchiaino che gira il caffè e finisce il suo movimento circolare sbattendo sul margine superiore della tazzina.

di Renzo Botindari

Il ragazzo con la valigia

Non era più l’istruzione a far da discriminante nel mettere le valige in mano ai giovani. Era l’ottusità di certe politiche e l’incapacità di questa terra nel costruire un futuro migliore a spingere i giovani ad andare via.
la sesta puntata

di Andrea Giostra

Racconti brevi da leggere online: “La vita appesa ai muri”

Giada, reporter di guerra, si imbatte in uno dei soprusi che le guerre portano con se, quando i forti approfittano dei deboli… Li vide andar via come delle bestie sazie e ciò che faceva più male era vederli compiaciuti, quasi orgogliosi di ciò che avevano fatto…

di Laura Valenti

Danza e processi cognitivi emozionali

La danza agisce sui processi cognitivi ed emozionali, facilitando la produzione di endorfine naturali (le sostanze che danno un senso di benessere ed euforia), sia perché ci muoviamo sia perché siamo osservati mentre lo facciamo.

di Laura Valenti

Donne che corrono con i lupi

Basta osservare le caratteristiche di ogni donna che da come guarda, si veste e si muove nell’ambiente offre ricchi indizi metaforici su quanto conosce, vive, riconosce e contiene della sua psiche istintuale femminile.

di Mari Albanese

La rivolta dei nostri ragazzi sulle note dei Maneskin | VIDEO

E i nostri giovani accompagnano la loro rivolta contro le riforme della scuola sulle note dei Maneskin. È il tempo che cambia o forse no. C’è una strana malinconia che attraversa tutte le generazioni e le scompagina oppure le riunisce al ritmo sempre uguale e diverso della musica
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.