Blue Sea Land ai nastri di partenza. La presentazione dell'evento a Palazzo d'Orleans :ilSicilia.it
Trapani

lunedì 14 ottobre

Blue Sea Land ai nastri di partenza. La presentazione dell’evento a Palazzo d’Orleans

11 Ottobre 2019

L’ottava edizione di Blue Sea Land, l’Expo dei Cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente, sarà presentata lunedì prossimo, alle 11, presso la sala Alessi di Palazzo d’Orleans, in piazza Indipendenza, a Palermo.

Nell’occasione sarà ufficializzato il calendario degli eventi in programma dal 17 al 20 ottobre prossimi, a Mazara del Vallo, nel Trapanese.

Saranno presenti Girolamo Turano, assessore regionale alle Attività Produttive, Edy Bandiera, assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Salvatore Giglione, dirigente generale del Dipartimento degli Affari Extraregionali, Salvatore Quinci, sindaco di Mazara del Vallo, Nino Carlino, presidente del Distretto Pesca e Crescita Blu, e Giovanni Basciano, presidente del Centro di Competenza Distrettuale.

Due i temi al centro dell’edizione Blue Sea Land 2019: le Connessioni e la Sostenibilità, che saranno declinati durante i numerosi convegni. Di particolare rilievo la presentazione a Mazara del padiglione italiano di Expo 2020 a Dubai, ma grande attenzione sara’ riservata anche ad argomenti quali il commercio estero e l’internazionalizzazione nel settore ittico, le nuove strategie di sviluppo locale nella pesca e l’acquacoltura in Sicilia, l’Osservatorio della pesca del Mediterraneo, un focus sull’Africa, le attività di cooperazione in essere nel Mediterraneo occidentale.

Inoltre, si parlerà anche di sostenibilità delle tecnologie innovative e delle linee guida verdi di oggi per l’ambiente blu di domani, di Blue & Circular Economy per lo sviluppo del territorio ed infine anche delle strategie per lottare l’inquinamento da plastica.

Hanno già annunciato la loro presenza al Blue Sea Land 2019 diversi Ministri ed Ambasciatori, italiani ed esteri.

Blue Sea Land 2019 prevede, inoltre incontri b2b tra operatori economici e buyers; partecipazione di enti, istituti bancari, università, delegazioni internazionali e rappresentanti governativi nazionali e internazionali; un’area fieristica, nel cuore della Casbah del centro storico di Mazara del Vallo, dedicata alla esposizione e valorizzazione delle eccellenze delle filiere agro-ittico-alimentari ed artigianali; attivita’ a sostegno della tutela dell’ambiente e delle risorse marine e terrestri; progetti di formazione professionale; seminari, conferenze e workshop sviluppati attorno a tematiche quali: cooperazione, buone pratiche dettate dalla Green, dalla Blue Economy e dall’Economia Circolare; spettacoli, musiche, danze etniche e presentazione di libri. Come nelle precedenti edizioni, Blue Sea Land 2019 culminerà con la Preghiera ecumenica realizzata tra i diversi esponenti delle grandi religioni monoteiste, emblematico esempio di dialogo interreligioso ed interculturale.

 

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.