Blutec, dopo Ginatta torna in libertà anche l'ad Di Cursi :ilSicilia.it
Palermo

La decisione del Tribunale del Riesame

Blutec, dopo Ginatta torna in libertà anche l’ad Di Cursi

9 Aprile 2019

Il Tribunale delle Libertà di Palermo ha accolto l’istanza di riesame dei difensori di Blutec anche per la posizione dell’amministratore delegato Cosimo di Cursi, ordinandone l’immediata liberazione.

Come era avvenuto due settimane fa per il presidente Roberto Ginatta, anch’egli assistito dallo Studio Grande Stevens di Torino, Milano e Roma, liberato dagli arresti domiciliari con la stessa motivazione di incompetenza territoriale di Termini Imerese e trasmissione degli atti al Tribunale di Torino. Disposta, inoltre, la restituzione di tutti i beni patrimoniali sequestrati al presidente Ginatta e all’ad di Cursi, per un valore complessivo di circa 13 milioni di euro.

Giuseppe Glorioso resta, per il momento, amministratore giudiziario della Blutec. Si tratta dell’unico provvedimento conservato dai giudici palermitani. La conferma dell’amministratore giudiziario è stata presa, spiegano i legali dello Studio Grande Stevens che difendono Ginatta e di Cursi, nelle more della decisione sulle misure di inibizione all’esercizio delle cariche sociali di Ginatta e di Cursi che si discuteranno il 15 aprile. Il provvedimento dovrà però essere confermato entro 20 giorni dalla trasmissione del fascicolo al Tribunale di Torino, ritenuto territorialmente competente.

Intanto a Roma, oggi 9 aprile, si è tiene un sit-in dei lavoratori Blutec davanti al ministero dello Sviluppo economico, nel giorno in cui si riapre il tavolo con al centro il piano di reindustrializzazione dello stabilimento della provincia di Palermo. I lavoratori coinvolti dalla vertenza sono mille in Sicilia, inclusi i 300 dell’indotto.

 

LEGGI ANCHE:

Blutec, Ginatta torna libero: l’ha deciso il Tribunale del riesame

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.