14 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.12
Palermo

Per un totale di sei mensilità

Blutec: ok dal Ministero per l’integrazione salariale straordinaria per 691 lavoratori

5 Aprile 2019

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio, ha firmato il decreto che autorizza l’Inps all’erogazione dell’acconto di “sei mensilità di integrazione salariale straordinaria in favore di un numero massimo di 691 lavoratori sospesi da Blutec spa” nell’unità produttiva di Termini Imerese, in provincia di Palermo. Il trattamento decorre dal primo gennaio 2019 e sarà erogato fino al 30 giugno 2019. Lo si legge in una nota del ministero.

Il Decreto – spiega la nota – conferma l’attenzione del Dicastero verso lo stabilimento siciliano e il costante impegno a garantire la continuità del sostegno al reddito, in considerazione delle problematiche occupazionali vissute dai lavoratori della Blutec”.

La firma del provvedimento tiene conto dell’istruttoria avviata dalla Direzione Generale degli ammortizzatori sociali e della formazione relativamente all’esistenza dei requisiti richiesti dall’art.22 bis, comma 1 bis, del Decreto legislativo 148/2015. La misura di sostegno al reddito consentirà ai lavoratori di guardare con maggiore serenità ai prossimi mesi, anche in considerazione del costante monitoraggio del piano pluriennale di riorganizzazione già oggetto di specifico accordo stipulato in sede ministeriale.

Il ministro Luigi Di Maio ha firmato oggi il decreto che autorizza l’erogazione di sei mensilità di integrazione salariale straordinaria in favore di 691 lavoratori della Blutec di Termini Imerese che vivono una condizione insostenibile“. Lo dice in una nota Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile automotive.

La firma del decreto – aggiunge – arriva grazie alla mobilitazione dei lavoratori che chiedono di poter tornare al lavoro. La convocazione del tavolo al Mise per il 9 aprile è un passaggio fondamentale, tanto che arriveranno a Roma un centinaio di lavoratori. Nel corso dell’incontro chiederemo informazioni e affronteremo una situazione proprietaria e industriale che mette ormai a rischio il lavoro per un migliaio di persone a Termini Imerese e circa duemila in Italia“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.