Blutec, sit-in davanti a Palazzo d'Orleans: "Lavoratori privi di tutela, confronto con Fca" :ilSicilia.it
Palermo

la Fiom invoca l'intervento della regione

Blutec, sit-in davanti a Palazzo d’Orleans: “Lavoratori privi di tutela, confronto con Fca”

24 Aprile 2019

Duecento lavoratori di Blutec e dell’indotto hanno manifestato con un sit-in la mattina del 24 aprile, davanti a Palazzo del’Orleans, sede della presidenza della Regione.

“Chiediamo gli ammortizzatori sociali per l’indotto per il 2019, che ancora non sono stati sbloccati, un intervento forte sui 62 lavoratori dell’indotto rimasti completamente fuori da ogni copertura di ammortizzatori sociali, e naturalmente la reindustrializzazione del sito di Termini Imerese”, spiega Roberto Mastrosimone, segretario regionale Fiom Sicilia.

Su questi argomenti i lavoratori si sono confrontati anche con il presidente della Regione Nello Musumeci che ha ricevuto una delegazione per un confronto. “Il presidente – dice Mastrosimoneci ha confermato che farà le sue verifiche sulle questioni aperte e abbiamo chiesto che il ministro Di Maio apra un confronto serio con Fca per far ripartire l’attività industriale a Termini Imerese attraverso azioni dirette o indirette. Musumeci ha condiviso le questioni divenute ormai pressanti e ci ha assicurato che si impegnerà per far sì che il governo possa inserire un emendamento nel cosiddetto ‘decreto crescita’ a tutela di questi 62 lavoratori che sono completamente privi di tutele“.

Per fare il punto della situazione i sindacati incontreranno il governatore la settimana prossima. “I tempi adesso sono sempre più stretti – sottolinea Mastrosimonee ci vuole un intervento forte della politica nazionale e regionale, soprattutto nei rapporti con Fca. Dobbiamo sapere se ci sono le condizioni per riavviare la produzione industriale con l’inserimento dei mille lavoratori ex Fiat e dell’indotto”.

“Se non arriveranno risposte positive con Fca – conclude – i governi nazionale e regionale devono attivare la fase 2 della reindustrializzazione del sito di Termini Imerese con nuove missioni produttive affinché vengano riassorbiti tutti i lavoratori”.

 

LEGGI ANCHE:

Blutec, dopo Ginatta torna in libertà anche l’ad Di Cursi

Blutec, vicesindaco di Termini Imerese attacca: “Esclusi dal tavolo al Mise”

Protesta Blutec, Musumeci: “Regione pronta a fare la propria parte” | FOTO

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona