Boccia critico sul reddito di cittadinanza: "Pochi lo hanno chiesto al Sud, serve lavoro" | Video intervista :ilSicilia.it
Palermo

Il presidente di Confindustria a Palermo

Boccia critico sul reddito di cittadinanza: “Pochi lo hanno chiesto al Sud, serve lavoro” | Video intervista

di
3 Aprile 2019

Guarda la video intervista in alto

Sono pochi i giovani del Sud che hanno chiesto il reddito di cittadinanza il che significa che ci chiedono lavoro e occupazione“. Il giudizio del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a Palermo per lanciare le proposte degli industriali per l’Europa, è più che critico sulla misura voluta dal Movimento 5 Stelle e varata dal governo gialloverde.

Il numero uno degli industriali italiani è intervenuto a un incontro a Palermo con imprenditori, eurodeputati e candidati alle elezioni per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo. Rilanciare gli investimenti, l’indicazione di Confindustria con un’attenzione particolare per i cantieri, ripartendo dai fini e non dalle tattiche in Europa: “Il Dl crescita potrebbe essere insieme con lo sblocca cantieri un’azione rilevante per il Paese. Ci auguriamo che lo sia“, ha affermato.

Il presidente di Confindustria ha indicato le modalità con cui confrontarsi sui contenuti del contratto di governo: “Occorre una riforma fiscale del Paese. Ci avviamo a una manovra a settembre che sarà rilevante, oltre 23 miliardi di clausola di salvaguardia Iva. Occorre costruire un’idea di Paese del futuro, quindi passare da quello che abbiamo detto – ha affermato Boccia –, il contratto di governo che riguardava tre aspetti: riforma delle pensioni, reddito cittadinanza e flat tax per alcuni lavoratori autonomi“.

Boccia ha anche commentato l’uscita del segretario della Cgil Maurizio Landini, che ha parlato di una patrimoniale per lo sblocco degli investimenti: “Siamo un po’ critici – ha affermato –, ma è evidente che quello che pone Landini è un aspetto che va usato come termine di confronto. Occorre una riforma fiscale nel Paese che aiuti il mondo del lavoro e le imprese italiane“.

E sul Prodotto interno lordo: “Se il Pil non cresce significa che abbiamo meno ricchezza e a maggior ragione dobbiamo crescere – afferma Boccia – la crescita diventa una pre-condizione per risolvere i divari nel Paese“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin