Bocciato il bilancio 2017 del Comune di Palermo, Ferrandelli chiede che Orlando si presenti in Aula :ilSicilia.it
Palermo

"Il confronto non è più rinviabile!" afferma il leader dell'opposizione

Bocciato il bilancio 2017 del Comune di Palermo, Ferrandelli chiede che Orlando si presenti in Aula

di
1 Ottobre 2018

Il confronto non è più rinviabile! E’ ormai chiara la grave condizione finanziaria e funzionale in cui versa il Comune di Palermo e le conclusioni della relazione con cui il collegio dei Revisori invita l’Amministrazione a intervenire con urgenza per superare le criticità rilevate non lasciano spazio ad interpretazioni nè a speculazioni politiche“, queste le parole di Fabrizio Ferrandelli, all’opposizione di Palazzo delle Aquile che aggiunge –  “Il Consiglio comunale è l’organismo deputato alla votazione del rendiconto 2017 e ho formalizzato una nota al presidente del Consiglio ribadendo la necessità di una convocazione urgente del Sindaco in Aula”

Riteniamo – conclude Ferrandelli – che ci si debba prendere la responsabilità politica, ognuno per propria parte, del possibile dissesto funzionale verso cui galoppa il comune. Ritengo che la stagione sia arrivata al termine e dopo un confronto serio e serrato sarebbe opportuno chiuderla nel più decoroso dei modi“.

LEGGI ANCHE:

Palermo, doccia fredda sull’Amministrazione Orlando. I revisori bocciano il bilancio 2017

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.