17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.40
Palermo

"Il confronto non è più rinviabile!" afferma il leader dell'opposizione

Bocciato il bilancio 2017 del Comune di Palermo, Ferrandelli chiede che Orlando si presenti in Aula

1 Ottobre 2018

Il confronto non è più rinviabile! E’ ormai chiara la grave condizione finanziaria e funzionale in cui versa il Comune di Palermo e le conclusioni della relazione con cui il collegio dei Revisori invita l’Amministrazione a intervenire con urgenza per superare le criticità rilevate non lasciano spazio ad interpretazioni nè a speculazioni politiche“, queste le parole di Fabrizio Ferrandelli, all’opposizione di Palazzo delle Aquile che aggiunge –  “Il Consiglio comunale è l’organismo deputato alla votazione del rendiconto 2017 e ho formalizzato una nota al presidente del Consiglio ribadendo la necessità di una convocazione urgente del Sindaco in Aula”

Riteniamo – conclude Ferrandelli – che ci si debba prendere la responsabilità politica, ognuno per propria parte, del possibile dissesto funzionale verso cui galoppa il comune. Ritengo che la stagione sia arrivata al termine e dopo un confronto serio e serrato sarebbe opportuno chiuderla nel più decoroso dei modi“.

LEGGI ANCHE:

Palermo, doccia fredda sull’Amministrazione Orlando. I revisori bocciano il bilancio 2017

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.