12 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 15.23
Palermo

"Il confronto non è più rinviabile!" afferma il leader dell'opposizione

Bocciato il bilancio 2017 del Comune di Palermo, Ferrandelli chiede che Orlando si presenti in Aula

1 Ottobre 2018

Il confronto non è più rinviabile! E’ ormai chiara la grave condizione finanziaria e funzionale in cui versa il Comune di Palermo e le conclusioni della relazione con cui il collegio dei Revisori invita l’Amministrazione a intervenire con urgenza per superare le criticità rilevate non lasciano spazio ad interpretazioni nè a speculazioni politiche“, queste le parole di Fabrizio Ferrandelli, all’opposizione di Palazzo delle Aquile che aggiunge –  “Il Consiglio comunale è l’organismo deputato alla votazione del rendiconto 2017 e ho formalizzato una nota al presidente del Consiglio ribadendo la necessità di una convocazione urgente del Sindaco in Aula”

Riteniamo – conclude Ferrandelli – che ci si debba prendere la responsabilità politica, ognuno per propria parte, del possibile dissesto funzionale verso cui galoppa il comune. Ritengo che la stagione sia arrivata al termine e dopo un confronto serio e serrato sarebbe opportuno chiuderla nel più decoroso dei modi“.

LEGGI ANCHE:

Palermo, doccia fredda sull’Amministrazione Orlando. I revisori bocciano il bilancio 2017

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.