Boom di adesioni per le nomine dei dirigenti regionali. Anche esterni già noti :ilSicilia.it

manovre del governo siciliano

Boom di adesioni per le nomine dei dirigenti regionali. Anche esterni già noti

di
7 Febbraio 2020

Quasi 500 tra manager di alto profilo e burocrati hanno aderito all’atto di interpello in merito alle nuove nomine dei dirigenti generali della Regione Siciliana. 1400 le istanze arrivate nei vari dipartimenti. Numerose le domande di alcuni dirigenti per la grande ‘nomination’ dei nuovi aspiranti.

Proprio ieri nel corso della riunione di Giunta, il presidente Musumeci ne ha parlato con i suoi assessori. Una discussione tutta politica a quanto pare, anche se la Giunta ribadisce che il suo criterio sarà essenzialmente in base ai curricula delle candidature. La partita si gioca principalmente sui posti chiave della burocrazia regionale. Match che non passa inosservato da parte dei partiti politici della coalizione.

Il record di adesioni al bando regionale rischia però di intralciare la strada agli esterni che vede tuttora in corsa nomi di primo livello della vecchia politica Regionale. Massimo Russo ex assessore del governo Lombardo, l’attuale componente della Corte dei Conti Ignazio Tozzo ed anche l’ex dirigente delle Finanze Benedetto Mineo, sono solo alcuni dei nomi in lizza per la nomina. Ma per affidare una poltrona da dirigenti generali agli esterni la Giunta Musumeci dovrà motivare l’esclusione dei candidati che hanno partecipato “all’atto di interpello”. Giovanni Bologna, a quanto pare lascerà la Ragioneria Generale per rimanere alla funzione pubblica. Proprio la casella della Ragioneria potrebbe essere occupata da Mineo o Tozzo ex dirigente della Sanità. In uscita anche Grazia Cannata che è al momento negli alti uffici delle Finanze.

Ma una delle poltrone più ambite è quella dell’assessorato all’Agricoltura, dove è molto probabile la riconferma di Dario Cartabellotta. Sembra che siano anche in uscita il dirigente della Protezione Civile Calogero Foti e Giuseppe Battaglia dell’assessorato all’Ambiente. Franco Di Chiara dovrebbe prendere il posto di Battaglia.

Il Risiko dei dirigenti generali da parte del governo Musumeci dovrebbe essere chiuso entro un mese. Nel frattempo un altro importante tassello da aggiungere come promemoria alla coalizione è il rimpasto di Giunta. Il valzer e le sostituzioni degli assessori dovrebbero concretizzarsi tra aprile e marzo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin