Boom di ingombranti a Palermo: "Quadro allarmante, organizzazioni criminali alle spalle" :ilSicilia.it
Palermo

VERTICE IN PREFETTURA

Boom di ingombranti a Palermo: “Quadro allarmante, organizzazioni criminali alle spalle”

di
19 Agosto 2020

Si è svolto oggi presso la Prefettura un incontro del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, dedicato in modo particolare al contrasto del fenomeno dell’abbandono illecito di rifiuti ingombranti.

Al tavolo, coordinato dal Prefetto Giuseppe Forlani, erano presenti i rappresentanti di tutte le Forze dell’ordine.

Per il Comune erano presenti il vicesindaco Fabio Giambrone e il comandante della Polizia Municipale, Vincenzo Messina.

Sulla base dei dati forniti dall’Amministrazione comunale ed elaborati dalla RAP, emerge un quadro preoccupante sulla crescita del fenomeno, che ha gravissime ricadute in termini d’igiene pubblica, decoro, costi per la collettività.

Un quadro preoccupante cui fa da contraltare la reazione civile, molto apprezzata dai partecipanti al Comitato, di tantissimi cittadini che segnalano e denunciano comportamenti illeciti.

Preso atto dell’avvenuta installazione, a cura della stessa RAP, di telecamere di videosorveglianza in alcune delle oltre 100 discariche censite, nonché della rinnovata disponibilità ed operatività dei Centri comunali di raccolta, presso i quali il conferimento è libero e gratuito, si è convenuto di programmare interventi di controllo interforze, sulla base di una programmazione condivisa che tenga conto prioritariamente della tutela della sicurezza e dell’igiene pubblici.

«Abbiamo rappresentato al Prefetto e a tutti i componenti del Comitato – dichiara Giambrone la gravità di un fenomeno che in modo chiaro e lampante ha una base organizzata e criminale, come per altro emerge anche da recenti indagini. I dati mostrano chiaramente il paradosso di un conferimento legale sempre più in aumento, anche grazie ai sempre più numerosi CCR, ma un altrettanto costante aumento del numero totale di ingombranti, segno di una “importazione organizzata” verso Palermo».

«Il coinvolgimento del Comitato Provinciale – sottolinea il sindaco, Leoluca Orlando – è un importante segno di collaborazione istituzionale ed interforze, segno che l’abbandono criminale degli ingombranti è, come ho denunciato da tempo anche in sede di Commissione Antimafia, un problema di ordine pubblico e di legalità, oltre che ovviamente di decoro ed igiene. Un problema che grazie alla videosorveglianza e all’aumento dei controlli sarà affrontato in modo più efficace, anche con il supporto del crescente rigetto sociale che tanti cittadini dimostrano denunciando e segnalando chi non ha alcun rispetto per la città».

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro