Boom di presenze, nel periodo estivo, a Santo Stefano Quisquina e nell’Area dei Sicani | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Agrigento

Una bella realtà siciliana che cresce e si consolida

Boom di presenze, nel periodo estivo, a Santo Stefano Quisquina e nell’Area dei Sicani

di
30 Agosto 2019

Anche quest’anno, così come il precedente, l’Albergo Diffuso “Quisquina” ha registrato un gran numero di presenze turistiche non solo a Santo Stefano Quisquina, ma nell’Area dei Sicani.

L’Amministrazione Comunale, visto il report presentato, il 27 agosto 2019, da “La Quercia Grande”, ente gestore della struttura inerente le attività dell’Albergo Diffuso “Quisquina” e viste tutte le percentuali suddivise per arrivi, presenze, pernottamenti, periodi dell’anno, età, ecc., si è complimentata del lavoro svolto fino ad ora, auspicando una proficua collaborazione futura e il proseguimento di quanto fin qui attuato. L’Albergo Diffuso “Quisquina” è una bella realtà, un caratteristico spaccato di questa cittadina operosa e creativa, che accoglie con professionalità e competenza i turisti che alloggiano a Santo Stefano Quisquina per ammirare le bellezze paesaggistiche e gustare l’eccellenza gastronomica del luogo.

Sindaco Santo Stefano Quisquina

Non possiamo che esprimere piena soddisfazionehanno dichiarato il sindaco di S.Stefano Quisquina Francesco Cacciatore e l’Assessore al Turismo Giovanna Ferraroper il boom di presenze. È il segno che si sta lavorando bene per valorizzare al meglio quello che di bello offre il territorio , anche gli eventi variegati organizzati nell’ambito dell’Estate Quisquinese sono stati molto apprezzati. Continueremo a lavorare seguendo questa strada perché evidentemente abbiamo visto bene nel puntare decisamente al turismo relazionale e religioso con le nostre peculiarità, bellezze ambientali, naturalistiche e paesaggistiche”. L’amministrazione Comunale continuerà nel percorso già tracciato, con il fine di far crescere e sviluppare il territorio con l’attivazione di una serie di iniziative tendenti alla tutela, alla valorizzazione, alla promozione dei prodotti tipici del territorio (eccellenze lattiero casearie ) della montagna con una strategia di sviluppo e l’offerta di servizi specifici nell’ambito del turismo culturale e rurale.

Santo Stefano QuisquinaIndiscutibilmente le mete più visitate sono il Teatro Andromeda dell’artista Lorenzo Reina e l’Eremo di Santa Rosalia alla Quisquina che collega il Santuario a quello di Monte Pellegrino a Palermo nel percorso di 160 km nel contesto dell’Itinerarium Rosaliae”. Dietro questo successo c’è un accurato lavoro di squadra per questo dobbiamo ringraziare la locale Pro Loco, Gli Amici del Trecking, il GAL Sicani Distretto Rurale di Qualità , il CAI, e quanti a vario titolo si stanno spendendo per uno sviluppo organico del territorio.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin