Borgo dei Borghi 2019, bufera contro la Rai. La Regione: "Voto non imparziale" | VIDEO :ilSicilia.it
Siracusa

Bandiera: "Palazzolo Acreide vincitore morale"

Borgo dei Borghi 2019, bufera contro la Rai. La Regione: “Voto non imparziale” | VIDEO

di
24 Ottobre 2019

VIDEO IN ALTO

Per una manciata di voti Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, non ha vinto l’edizione 2019 del “Borgo dei Borghi”. Nella trasmissione di Rai3 condotta da Camila Raznovich, la sfida finale della settima edizione del programma è stata vinta da Bobbio, borgo in provincia di Piacenza.

Ed è bufera contro la Rai. La Regione Siciliana, e nello specifico l’assessore Edy Bandiera, lancia accuse contro la giuria: «La vittoria di Bobbio nell’oramai annuale kermesse televisiva di Rai Tre che incorona il Borgo dei Borghi ha disatteso le legittime aspettative della comunità di Palazzolo Acreide e le sue bellezze. Il risultato della giuria popolare, spontaneo e libero da qualsiasi condizionamento, aveva portato Palazzolo Acreide a guidare abbondantemente la classifica provvisoria con un significativo 42% dei voti. Risultato, ribaltato dal voto della giuria tecnica guidata da Philippe Daverio che, molto probabilmente, ha abiurato l’imparzialità imposta dal ruolo per assegnare la vittoria a Bobbio. Imparzialità forse  – accusa Bandiera – sconfessata dal forte legame che lega Daverio a Bobbio per via della cittadinanza onoraria conferita l’anno scorso dal borgo piacentino allo storico dell’arte.

Edy Bandiera
Edy Bandiera

Il disappunto dei Palazzolesi e dei siciliani avverso le modalità con le quali si arriva all’individuazione di Bobbio quale borgo dei borghi sono più che giuste e vanno portate avanti con convinzione – ha affermato l’esponente siracusano del governo regionale, Edy Bandiera – Chiediamo pertanto che venga fatta al più presto chiarezza su di un risultato venuto fuori in modo maldestro e assai discutibile. Palazzolo Acreide, col pieno sostegno da parte delle istituzioni nazionali e regionali, deve andare a fondo su questa vicenda e perseverare nell’ottenimento di un riconoscimento che gli italiani le avevano attribuito in virtù non soltanto delle sue bellezze, che hanno contribuito al riconoscimento della Val di Noto quale Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, ma anche delle sue eccellenze enogastronomiche”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin