Borsellino quater e Trattativa: "Nelle sentenze parole incredibili di Dell’Utri a Berlusconi" :ilSicilia.it
Palermo

Il j'accuse di Fabio Granata

Borsellino quater e Trattativa: “Nelle sentenze parole incredibili di Dell’Utri a Berlusconi”

di
20 Luglio 2018

«Andatevi a leggere le motivazioni del Borsellino quater e soprattutto quelle del processo “Trattativa” nella parte che riguardano Marcello Dell’Utri e il suo “riferire” al già presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sui rapporti con Cosa Nostra dopo l’eliminazione di chi si opponeva al nuovo Patto…». L’invito arriva da Fabio Granata, ex parlamentare di AN, già vicepresidente della commissione nazionale Antimafia e relatore in Commissione sulle stragi del ’92, oggi assessore comunale alla Cultura nella sua città, Siracusa.

«Secondo quanto riportato testualmente dai giornali che hanno pubblicato quei verbali – prosegue Granata – Dell’Utri informava Berlusconi dei suoi rapporti con i clan anche dopo l’insediamento del governo da quest’ultimo presieduto, perché solo Berlusconi, da premier, avrebbe potuto autorizzare un intervento legislativo come quello tentato, e riferirne a Dell’Utri per tranquillizzare i suoi interlocutori”. Le motivazioni depositate dai giudici, quindi, includerebbero queste incredibili parole, ed è assurdo che passino senza lasciare traccia in buona parte degli italiani. Dell’Utri è comodamente in libertà ai domiciliari, Berlusconi si appresta a tornare al Senato e Paolo Borsellino è morto.

fabio granataAncora qualcuno della Destra sociale e legalitaria – dice ancora Granata rivolto agli ex compagni di partito – può continuare a ignorare questi fatti e far finta che nulla sia successo per ”il valore della coalizione”?». Così conclude Granata, che fu espulso dal Pdl poiché sostenne la credibilità del pentito Spatuzza.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin