Bramanti: "De Luca patetico. Non ha rinunciato alla prescrizione" :ilSicilia.it
Messina

Il candidato del centrodestra disponibile a un confronto finale

Bramanti: “De Luca patetico. Non ha rinunciato alla prescrizione”

di
21 Giugno 2018

“Facciamo chiarezza, De Luca mi chiede quali siano le fonti che mi avrebbero indotto a sostenere che lui verrà sicuramente arrestato. È l’ennesima uscita fantasiosa. Io non ho mai affermato che De Luca verrà arrestato: ho semplicemente detto che i procedimenti in corso che lo riguardano potrebbero esporlo all’arresto. Comunque se vuole un confronto finale prima del ballottaggio….accetto”. Così Dino Bramanti lancia nuove frecciate all’indirizzo del suo avversario Cateno De Luca, a 24 ore dalla conclusione di una rovente campagna elettorale e a 72 ore dal ballottaggio che deciderà domenica il nuovo sindaco di Messina.

De Luca finge di non capire. Sostiene che il sol fatto di aver appellato la sentenza equivalga alla rinuncia alla prescrizione: un’affermazione patetica. Continua a sostenere di essere pulito. La verità – continua il candidato sindaco del centrodestra – è che su di lui pendono procedimenti giudiziari tutt’altro che chiusi. De Luca dichiara di essere stato assolto. La verità è che De Luca fa passare per assoluzione la semplice prescrizione di ben 7 ipotesi di reato. Dichiara di volermi sfidare in un comizio o in uno studio televisivo? Bene, io accetto. Ma ad una sola e semplicissima condizione. Si rechi in Cancelleria e depositi una dichiarazione in carta semplice con la quale rinuncia alla prescrizione per i fatti a lui contestati dall’Autorità Giudiziaria quale sindaco di Fiumedinisi. È un atto banalissimo. Carta semplice, dichiarazione e firma”.

“Non basta la promessa di farlo – continua Bramanti -. Questa promessa l’ha già fatta altre volte. Voglio che lo faccia oggi. Rinunci alla prescrizione e consenta ai giudici di fare il loro lavoro: giudicare, per stabilire se gli atti gravissimi di cui è accusato siano veri oppure no. Senza scorciatoie giudiziarie che in questi anni ha più volte usato. Lui rinunci alla prescrizione ed io parteciperò ad un confronto con lui”.

Poi l’appello finale di Bramanti ai messinesi : “Domenica è un passaggio cruciale da cui dipende il nostro destino, che non può e non deve essere consegnato nelle mani sbagliate. È arrivato il nostro momento: il futuro è una scelta“. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin