"Branco" di ragazzini aggredisce sacerdote nel Trapanese :ilSicilia.it
Trapani

il sacerdote di Mazara del Vallo li aveva rimproverati

“Branco” di ragazzini aggredisce sacerdote nel Trapanese

15 Settembre 2019

Un gruppo di adolescenti ha aggredito un sacerdote di Mazara del Vallo e il fratello. Le vittime avevano rimproverato i ragazzini che urlavano e facevano chiasso in strada.

Il prete, don Antonino Favata, cappellano dell’ospedale Abele Ajello, non ha riportato ferite, mentre il fratello ha diverse escoriazioni: entrambi sono andati al pronto soccorso e poi dai carabinieri per sporgere denuncia.

Un gruppo di 12-15 enni, dopo essere stati invitati ad andare via perchè facevano schiamazzi ed altro, aggrediscono mio fratello pestandolo in maniera feroce e continua, scaraventandolo a terra. – ha raccontato su FB lo stesso sacerdote – Mi precipito fuori per sedare la rissa -ma nel frattempo il branco aveva chiamato aiuto: in circa 15 ragazzi hanno continuato a prendere a calci e pugni mio fratello e me in maniera feroce ed incontrollata“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.