Brass Group: al via la nuova stagione con artisti internazionali. Ecco le novità [Fotogallery] :ilSicilia.it
Palermo

Si comincia stasera con Richard Bona

Brass Group: al via la nuova stagione con artisti internazionali. Ecco le novità [Fotogallery]

di
17 Ottobre 2017

Sarà Richard Bona, talentuoso bassista, pluristrumentista e vocalist, ad inaugurare la nuova stagione della Fondazione The Brass Group, una tra le più antiche istituzioni di musica jazz del nostro Paese.

La nuova rassegna musicale, giunta alla 43° edizione, si presenta ricca di sonorità grazie ad un calendario variegato che prevede le performance di grandi artisti internazionali in ambito jazz e soul e dell’Orchestra Jazz Siciliana con il suo resident conductor, Domenico Riina.

Da quest’anno, inoltre, per soddisfare le numerose richieste di abbonamenti, è previsto un doppio turno: uno alle ore 20,35 ed un secondo alle ore 22,15.

Sedici rispettivamente gli spettacoli in entrambi i turni e tanti i grandi nomi che calcheranno il palco del Real Teatro Santa Cecilia, l’unico teatro pubblico storico destinato al jazz.

In merito al programma interviene Ignazio Garsia, presidente della Fondazione: “Quest’anno abbiamo voluto attribuire al cartellone una particolare importanza sia perché rappresenta il definitivo rilancio del Brass, sia perché intendiamo restituire a Palermo il ruolo interpretato fin dagli anni Settanta di capitale tra le più importanti del jazz europeo”.

Per raggiungere tale obiettivo si è puntato, sul fronte artistico, verso un maggior coinvolgimento di musicisti internazionali.

Tra questi ricordiamo la leggendaria pianista e compositrice statunitense Carla Bley, il grande trombettista Tom Harrell, il gruppo dei figli di Dave Brubeck, il talentuoso chitarrista Pat Martino e la nostra Orchestra Jazz Siciliana, cui è affidata la colonna sonora dell’intera stagione.

Una particolare attenzione è stata riservata al jazz femminile rappresentato, in cartellone, da Carolina Bubbico, Simona Molinari, Letizia Gambi, Camille Bertault, Marta Pereira da Costa, Carolina Eyck e le Robin Gals.

Da quest’anno, inoltre, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito www.ticksweb.com anche due postazioni, al Real Teatro Santa Cecilia e l’altro al chiostro di Santa Maria dello Spasimo.

Il sipario si aprirà stasera, per la prima della stagione, con Richard Bona che afferma alla vigilia del debutto a Palermo: “La musica abbraccia le differenze e riunisce le genti cosa che non riescono a fare la politica e la religione”.

Personaggio ben noto agli appassionati del genere, l’artista internazionale si è oramai imposto all’attenzione generale come uno dei più originali musicisti che tende ad una fusione, non di facciata, della musica africana con altre espressioni.

Strumentalmente, egli è un vero e proprio virtuoso ma questa sua straordinaria abilità è messa al servizio dell’intero gruppo. Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana.

Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con diversi artisti del calibro, ad esempio, di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder.

Con numerosi premi, spettacoli e anni di esperienza al suo attivo, Bona è diventato uno dei più ricercati musicisti di questa generazione.

A Palermo il musicista sarà accompagnato dalla band Mandekan Cubano (cinque veterani della scena musicale latina Downbeat di New York), con cui ha fuso artigianalmente suoni e culture, riuscendo nell’impresa di parlare il linguaggio universale della musica.

Sul sito della Fondazione tutte le informazioni sui prossimi concerti.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro