Brass Group: concerto in esclusiva europea di Christian Tumalan con l’Orchestra Jazz Siciliana | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

in streaming sulla Brass Webtv

Brass Group: concerto in esclusiva europea di Christian Tumalan con l’Orchestra Jazz Siciliana | VIDEO

di
3 Giugno 2020

Guarda il video in alto

Christian Tumalan, per la prima volta in Italia e in esclusiva europea con l’Orchestra Jazz Siciliana, diretta dal Maestro Domenico Riina, sarà il protagonista del concerto in streaming sulla Brass Webtv, da venerdì 5 giugno e per tutta la settimana.

L’appuntamento, trasmesso dal palco del Real Real Teatro Santa Cecilia fa parte della stagione concertistica “Brass in Jazz”.

Una scelta importante quella della Fondazione the Brass Group ricaduta sul vulcanico artista internazionale, già vincitore del Grammy Award nel 2014 con la Pacific Mambo Orchestra, che proprio di recente ha registrato il suo disco, insieme ad altri colleghi, “The III Side“.

Motivo d’orgoglio tutto italiano, tra i musicisti, grazie alle sue internazionalmente riconosciute doti di chitarrista, troviamo anche Alex Britti, che dà il suo contributo in uno dei brani dell’album.

Il concerto di Tumalan in rete sarà accompagnato da alcuni contributi video con note biografiche e musicali curati da Gigi Razete, giornalista ed esperto della storia della musica jazz.

Note biografiche

Tumalan è stato nominato uno dei migliori tastieristi nel prestigioso # 39-mo Annual Jazz Station Awards / The Best Jazz of 2017, USA.

Nato a Celaya, Guanajuato, in Messico.

Christian ha studiato pianoforte classico alla “Escuela Superior de Música” di Città del Messico per un periodo complessivo di 10 anni. Successivamente ha rivolto i suoi interessi allo studio della musica jazz. Ha poi ulteriormente sviluppato le sue capacità in pianistica afro-cubana e nell’arrangiamento per le Big Band, raggiungendo 4 Master professionali in musica, tra cui anche l’ingegneria del suono.

Attualmente, Tumalan si esibisce attivamente in Centro America e negli Stati Uniti, dove ha lavorato e condiviso il palco con numerosi musicisti importanti, tra cui Arturo Sandoval, Pete Escovedo, Ray Obiedo (Herbie Hancock), Giovanni Hidalgo, Tito Puente jr., Jon Faddis, Dafnis Prieto, (ex batterista di Michel Camilo), Karl Perazzo (attuale percussionista di Carlos Santana), Sheila E. (PRINCE ), Alex Acuña, Michael Spiro, Jeff Chambers (Dizzy Gillespie), Calixto Oviedo, Poncho Sánchez, Tommy Igoe, Wayne Wallace, John Santos, Eddie Marshall (Stan Getz), Bill Watrous (Quincy Jones), Wayne Wallace e tanti altri ancora.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin