Brucia ancora la Sicilia, decine di incendi in provincia di Palermo | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

ECCO LE ZONE COINVOLTE

Brucia ancora la Sicilia, decine di incendi in provincia di Palermo | VIDEO

di
3 Agosto 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Vigili del fuoco al lavoro su più fronti nelle operazioni di spegnimento per contrastare numerosi incendi di vegetazione e macchia mediterranea. Sono in azione con squadre a terra, ma anche con la flotta aerea del Corpo nazionale, due canadair e tre elicotteri.

Al momento sono impegnate 120 unità, supportate da 20 automezzi antincendio. I comuni più colpiti sono Santa Cristina Gela, Monreale, Ciminna, Altofonte, Misilmeri, Monte Maggiore Belsito e Castronuovo di Sicilia. Dalle prime ore del mattino sono stati già espletati 25 interventi.

Intanto, dall’inizio della campagna estiva 2020 contro gli incendi boschivi, i Vigili del fuoco hanno effettuato oltre 21.240 interventi sul territorio nazionale. I dati fanno riferimento al periodo compreso tra il 15 giugno, inizio della campagna AIB 2020, e il primo agosto.

Il numero complessivo degli interventi risulta inferiore a quelli registrati nello stesso periodo del 2019 (26.168), del 2017 (39.138) e nel 2016 (29.261).

La Regione più colpita è proprio la Sicilia, con quasi 5.500 chiamate all’attivo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.