18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.55
Palermo

Dalla colonna sonora di The Young Pope a Ballarò, ecco il compositore napoletano

Bruno Bavota porta “Out of the Blue” a Palermo il 21 Dicembre

16 Novembre 2016

Annunciato pochi giorni fa, il compositore e polistrumentista napoletano Bruno Bavota, presente anche nella colonna sonora di The Young Pope, sbarcherà a Palermo in Dicembre con il suo nuovo lavoro. Pubblicato dall’etichetta americana Sono Luminus, “Out Of The Blue” arriva dopo il successo di “Mediterraneo” che ha portato Bavota ad esibirsi in tutto il mondo; il disco della maturità di un artista delicato che vede il pianoforte come guida ma che ama interagisce con chitarra, archi ed elettronica. Tra pop e modern classic, il nuovo lavoro di Bruno Bavota si colloca perfettamente nella scena modern-classic/neo classica; non sono poche infatti le recensioni che lo paragonano ad artisti del calibro di Dustin O’Halloran, Nils Frahm, Ludovico Einaudi e Ólafur Arnalds.

Sebbene il disco di Bavota sia facilmente collocabile accanto ai lavori di questi talentuosi musicisti, la sua è una voce innegabilmente unica e la bellezza della sua musica fa brillare quest’ultimo lavoro di luce propria. L’album vede la collaborazione del violoncellista Michael Nicolas (ICE and Brooklyn Rider) e del violinista J. Freivogel del Jasper String Quartet.

14543730_1264463256939717_8628260072446380281_o“Out of the Blue” ha molti significati, è un idioma della lingua inglese di natura informale, che descrive un evento che si verifica improvvisamente, senza alcun avvertimento o preparazione; un modo perfetto per descrivere la mia musica. Cerco sempre di raccontare tutte le cose che accadono nella mia vita giorno per giorno con le emozioni che l’umanità abbraccia. Suggerisco di ascoltare l’album con grandi cuffie, perdendovi completamente nella natura. Con amore e un grande abbraccio” sono le parole del musicista che si esibirà, in collaborazione la palermitana Fat Sounds, al circolo Arci Porco Rosso, l’associazione di piazza Casa Professa che da due anni opera nel cuore di Ballarò.

Il suo romanticismo lirico caratterizzato da un suono che accarezza e avvolge l’ascoltatore lo spingerà tra il 2016 e 2017 in un tour mondiale che toccherà anche gli Stati Uniti.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.