Bufera sui posti letto Covid in Sicilia: "Razza chiarisca, denunci eventuali errori alla magistratura" :ilSicilia.it

LO DICE D’AGOSTINO (ITALIA VIVA)

Bufera sui posti letto Covid in Sicilia: “Razza chiarisca, denunci eventuali errori alla magistratura”

di
22 Novembre 2020

“Le parole pronunciate nell’audio messaggio del direttore generale della Sanità Mario La Rocca ai manager delle aziende ospedaliere, con la polemica che ne è seguita, vanno ricondotte alla reale situazione sui posti letto Covid davvero disponibili in Sicilia. L’assessore Ruggero Razza ha l’obbligo di informare tutti i siciliani chiarendo se i posti indicati al governo nazionale siano quelli effettivi”.

Lo afferma Nicola D’Agostino, capogruppo di Italia Viva all’Assemblea regionale siciliana.

“Va anche confermato – prosegue – il dato che ciascun dirigente ha comunicato per capire se qualcuno si è reso responsabile volutamente di errori e se il sistema oggi è rispondente alle indicazioni date. Ascoltando più volte l’audio del direttore generale La Rocca si comprende con chiarezza che intendeva spronare i dirigenti delle aziende ad aprire i posti letto programmati, anche se le modalità, i toni e le parole non sono talora impeccabili. Malgrado ciò l’idea che se ne è tratta è quella di irregolarità nella immissione dei dati nel sistema. Se così fosse saremmo davanti a gravi manchevolezze.

Per questa ragione gli elementi oggetto dell’audio devono essere certi e riscontrati subito. Da un lato va evitata una pericolosa polemica fondata sul nulla, dall’altro sarebbe più grave lasciare qualsivoglia dubbio o minimizzare comportamenti che, se dovessero propendere per ipotesi di reato, andrebbero denunciati alla magistratura. Per questo motivo abbiamo chiesto alle direzioni delle Aziende di fornire tutte le informazioni utili a capire cosa sia accaduto”, conclude.

 

 

LEGGI ANCHE:

Bufera terapie intensive, parla il dirigente dell’audio: “Sprone ai manager, ero incavolato”

Terapie intensive, bufera sull’audio del dirigente della Regione | VIDEO

Coronavirus, Musumeci replica a Boccia: “Mandate cento ispettori ma basta speculazioni”

Bufera sulle terapie intensive in Sicilia, Orlando: “Grave mancanza di chiarezza”

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin