21 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.47
Agrigento

alla Casa natale di contrada Caos

Buon compleanno Pirandello: maratona di letture e opere esposte per la prima volta

27 Giugno 2019

In occasione del 152esimo anniversario dalla nascita, il 28 giugno 1867, di Luigi Pirandello, presso la sua Casa natale di contrada Caos ad Agrigento, saranno esposti alcuni documenti dell’importante fondo documentario posseduto dalla Biblioteca Museo.

La Casa museo esporrà il manoscritto noto come “Taccuino di Bonn”, il quadernetto che accompagnò il drammaturgo per tutto il soggiorno in Germania, che restituisce una viva testimonianza sulla sua rielaborazione creativa e l’origine di tante opere future delle quali si possono seguire l’ideazione e la realizzazione.

Casa natale Pirandello
Casa natale Pirandello

Nel taccuino, ad esempio, sono annotate le Elegie Boreali che più tardi saranno date alle stampe col titolo di Elegie renane. E poi ancora si potranno visionare numerosi disegni, appunti di viaggio, frammenti di abbozzi teatrali e alcune poesie della raccolta Pasqua di Gea pubblicata nel 1891 grazie al contributo finanziario del padre Stefano: un’opera che il giovane autore, in una lettera alla sorella, definisce “un vero gioiello: l’ho scritto in uno di quei momenti artistici che non capitano due volte in una vita” e ancora, in un’altra lettera aggiunge “ho dato con essa il saluto alla mia giovinezza”.

Insieme al manoscritto sarà esposta una lettera indirizzata alla sorella Rosolina e, con essa, alcuni fili d’erba raccolti sulla tomba di Schumann che Luigi Pirandello chiede siano conservati “come dolce e mesta reliqua.

Pirandello Mal Giocondo

Infine, sarà esposta l’edizione del 1889 della raccolta poetica “Mal Giocondo, opera data alle stampe poco prima della partenza di Pirandello per la Germania. Della raccolta, dove trovano spazio anche riferimenti alle tormentate conseguenze di un prematuro e non meditato fidanzamento con la cugina Lina, il giovane autore dirà in una lettera da Bonn alla sorella: “È un libro che non posso più vedere dinanzi agli occhi pei molti errori di stampa che lo deturpano”.

Dalle 18 a mezzanotte, inoltre, una maratona di lettura racconterà il tema del viaggio declinato secondo le varie arti.

Al primo piano della Casa natale, infine, sarà allestita un’esposizione di opere di Bruno Caruso, pittore, disegnatore e scrittore di fama internazionale recentemente scomparso.

Realizzata in collaborazione con la Soprintendenza di Agrigento, l’allestimento prevede una serie di cinque ritratti legati all’universo di Pirandello: acquistata negli anni ’90 dalla Biblioteca Museo Pirandello, comprende un olio su tela e quattro prove d’autore, con acqueforti e litografie.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Cosa vi sta capitando?

Il telefonino quale strumento “democratico” alla portata di tutti, dal Papa al migrante appena sbarcato. Ma credete veramente che chi muove le fila delle marionette potesse permettere la diffusione di “strumenti democratici” se non per altri fini che di democratico non hanno nulla?
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.