Busalacchi for president. L'ex supermanager della Regione corre per Palazzo d'Orleans :ilSicilia.it
Palermo

Sabato mattina la presentazione del programma politico

Busalacchi for president. L’ex supermanager della Regione corre per Palazzo d’Orleans

di
8 Febbraio 2017

“Liberiamo la Sicilia”: è questo lo slogan che accompagnerà l’ex dirigente generale della Regione siciliana nonché leader dell’associazione “I Nuovi Vespri“, Franco Busalacchi, nella sua corsa verso la Presidenza della Regione.

Sabato, alle 10:30, nella sede dell’agenzia di stampa Italpress, in via Dante 69, a Palermo, Busalacchi illustrerà ai giornalisti i motivi che lo hanno convinto a scendere in campo, i suoi obiettivi, il suo programma (da sempre portatore di istanze indipendentiste) e la sua idea “di una Sicilia libera dai nemici interni e da quelli esterni”.

“So che sarà dura – sottolinea – ma sono convinto, grazie alla mia esperienza, di essere in grado di rimettere in piedi la nostra Regione. E sono anche convinto che i Siciliani siano pronti ad una svolta vera e radicale. La guida di un’Amministrazione regionale in grado di cambiare le cose deve però essere affidata a persone competenti che non prendono ordini né da Roma, né da Milano”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.