Bypassato il blocco del cemento. Addio ai ruderi industriali, il Consiglio dà l'ok a 400 nuovi alloggi :ilSicilia.it
Palermo

Pioggia di delibere al vaglio del Consiglio

Bypassato il blocco del cemento. Addio ai ruderi industriali, il Consiglio dà l’ok a 400 nuovi alloggi

di
21 Aprile 2017
Ex Cotonificio - Partanna Mondello
Ex Cotonificio – Partanna Mondello

A Palermo si tornerà a costruire. Ben 400 appartamenti nuovi di zecca che sorgeranno al posto di ruderi industriali semi-abbandonati. È questo il piano approvato dal Consiglio Comunale di Palermo, secondo quanto riferisce un articolo del Gds in edicola oggi. “Alcune cooperative hanno acquistato insediamenti industriali ormai inutilizzati, e ora possono iniziare i lavori”, scrive Salvatore Ferro sul quotidiano.

Ma cosa prevede esattamente il piano? Con il via libera, un manipolo di cooperative edilizie, potranno abbattere i ruderi e costruire case a Partanna Mondello (al posto dell’ex cotonificio pieno di amianto), in via Messina Marine e in via Tiro a Segno (ex mulino Virga).

 

L’iter, avviato nel 2014, non si scontra col “blocco del cemento” in quanto «le concessioni – si legge sul Giornale di Sicilia – sono possibili perché riguardano aree in zona D del Piano Regolatore: insediamenti industriali dismessi». Ecco le cooperative e i progetti che saranno portati avanti anche grazie ai finanziamenti della regionali: «La coop Aiace con La Tartaruga, XVI Ottobre e Giustizia, realizzeranno 220 alloggi in via Aiace, ex cotonificio di Partanna Mondello; Euroscope – scrive il Gds – 50 appartamenti in via Messina Marine; Fiamme Oro, 68 in via Tiro a Segno, ex mulino Virga; La Tiziana di Tommaso Natale, 28. In pratica, le cooperative hanno acquistato aree di insediamenti industriali defunti e ora possono mettere mano ai ponteggi. C’è accordo tra le forze consiliari, i nuovi alloggi si faranno».

 

Via Emerico Amari - cantieri dell'Anello Ferroviario
Via Emerico Amari – cantieri dell’Anello Ferroviario

Prevista in questi giorni in Consiglio una vera e propria “pioggia di delibere”. Tra queste: l’ok al progetto per la chiesa di fondo Margifaraci, a ridosso dell’aeroporto di Boccadifalco; l’ampliamento della via Belvedere per decongestionare il traffico tra via Pitrè e la zona di viale Leonardo da Vinci; lo spostamento di 3 mercatini (viale Campania, via Pecoraino e via Beato Angelico); i tanto attesi sgravi fiscali per i commercianti penalizzati dai cantieri in città (si veda le richieste dell’associazione Amari Cantieri); l’apertura del Centro storico ai negozi di medie dimensioni con l’eliminazione del limite dei 200 metri quadrati; e i Programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio (Prusst).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.