Cadavere murato in Brianza, fu omicidio passionale ordinato in Sicilia :ilSicilia.it

I dettagli dell'inchiesta

Cadavere murato in Brianza, fu omicidio passionale ordinato in Sicilia

di
8 Marzo 2019

Quello di Astrit Lamaj è stato un omicidio passionale. L’uomo fu ucciso il 15 gennaio del 2013 all’età di 42 anni e le sue ossa furono rinvenute a settembre del 2018 un pozzo artesiano di una villa in ristrutturazione in Brianza. Ma il delitto si sarebbe sviluppato in un contesto molto vicino alla mafia siciliana di Riesi, in provincia di Caltanissetta, sede di un mandamento legato alla famiglia Cammarata.

A ricostruire l’intricata vicenda sono stati i carabinieri del gruppo di Monza, insieme a quelli di Enna e Genova con il coordinamento della Procura di Monza che ha emesso un fermo di indiziato di delitto per omicidio e distruzione di cadavere ai danni di quattro persone (una donna e tre uomini) e indagato in tutto sette persone.

Si attende la convalida della misura eseguita mercoledì. Ad ordinare di uccidere l’albanese sarebbe stata infatti la sua ex compagna, una donna siciliana di 64 anni, residente a Genova e titolare di un negozio di gioielli. Si sarebbe trattato di un assassinio premeditato e la cui preparazione è durata circa un anno: la donna non si sarebbe rassegnata al fatto di essere stata lasciata e non avrebbe perdonato all’albanese di averle rubato dei gioielli, quindi avrebbe chiamato a raccolta persone che conosceva nel suo paese di origine in Sicilia, per organizzare l’agguato.

La donna non è pregiudicata ma ha conoscenze importanti nell’ambito della mafia di Riesi. Qualcuno poi ha dato l’ok e consentito l’omicidio, a quel punto c’è stata la preparazione e soggetti siciliani si sono recati a Milano per eseguirla“, ha spiegato il maggiore che ha seguito le indagini. L’indagine è stata possibile grazie alle dichiarazioni di un pentito nell’ambito di un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta: senza i suoi indizi nessuno avrebbe trovato il pozzo artesiano né le ossa del quarantaduenne.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.