16 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.07
caronte manchette
caronte manchette
Trapani

Dal 28 aprile all'1 maggio

Calatafimi in festa per un Primo Maggio indimenticabile

25 aprile 2018

La meta di Patti Holmes, per un 1° maggio indimenticabile, è Calatafimi, piccolo comune della provincia di Trapani, in cui si narra si sia fermato Eracle, durante una delle sue fatiche, per ristorarsi presso le Terme Segestane. Il mito, poi, si fonde con la storia e compare il troiano Enea che, diretto verso il Lazio, avrebbe fondato la città di Acesta.

Il fine settimana, che va dal 28 aprile al primo maggio, sarà ricco di eventi che vedranno coinvolti sia il parco archeologico di Segesta, che il centro storico della città di Calatafimi. La sera del 28, dopo una visita guidata della città, potrete assistere a uno spettacolo di intrattenimento musicale e deliziarvi con una ghiotta vetrina enogastronomica. Domenica, 29 aprile, il concerto bandistico organizzato dall’Associazione “Anbima” presso il parco archeologico di Segesta, che avrà eccezionalmente, gratuito l’ingresso al tempio dorico.

Nel centro storico troverete il mercato artigianale e lo spazio giochi dedicato ai bambini, oltre che a mostre culturali e giochi tradizionali. Per il pranzo, e per tutto l’arco della giornata, saranno a vostra disposizione le eccellenze gastronomiche del territorio. Nel primo pomeriggio, sfileranno le più prestigiose bande musicali siciliane, precedute dalle majorettes dell’Associazione “Olimpya 91”. Alle 18, i meravigliosi costumi di Misterbianco sfileranno tra la folla.

L’1 maggio, alle 9, l’iniziativa “pedala con noi”, passeggiata in bicicletta che vi farà conoscere il meraviglioso “Eremo di Giubino”, dedicato alla patrona della città. In tarda mattinata, in diversi punti del centro storico di Calatafimi, sarà possibile gustare: salsiccia, porchetta, castrato, pancetta, carne equina, stigghiola, cuscus, pecora, ricotta, zabbina (ricotta e siero di latte di pecora con pane casereccio), pane ca meusa, crocchette, panelle, arancine, pesce di paranza, babbaluci, pane cunzatu, cassatelle e sfince. Alle 10.30 sarà il momento del Festival internazionale degli aquiloni che vedrà colorare il Belvedere Francecso Vivona con il gioco di “mille” aquiloni. Alle 12.30, invece, in piazza Beato Arcangelo Placenza vi saranno  diverse esibizioni di Twirling. Alle 16, carretti siciliani in mostra e sfilata dei gruppi folkloristici.

 

Programma nel dettaglio

Sabato 28 APRILE

Alle 18.30 – Visita guidata della città di Calatafimi Segesta

Alle 20 – Degustazione enogastronomica, musica live; piazza Beato Arcangelo Placenza.

 

Domenica 29 APRILE

Alle 10 – Concerto Bandistico “Terre di Sicilia”; parco archeologico di Segesta (ingresso gratuito)

Alle 11 – Apertura mercato artigianale, degustazione eno-gastronomica, mostre, spazio giochi per bambini e dimostrazione di giochi tradizionali; centro storico (per l’intera giornata del 29 e 1 maggio)

Alle 15.30 – Parata delle prestigiose bande musicali siciliane e delle majorettes; centro storico

Alle 18 – Sfilata dei costumi di Misterbianco

 

Martedì 1 MAGGIO

Alle 9 – Festival dei sapori, variegata degustazione enogastronomica: salsiccia,porchetta, castrato, pancetta,carne equina, “stigghiola”, cuscus, pecora, ricotta, “zabbina”, pane “ca meusa”, crocchette, panelle, arancine, pesce di paranza, “ babbaluci”, pane “cunzatu”, cassatelle, sfince.

Alle 9 – Pedala con noi, iniziativa ciclistica; Calatafimi Segesta

Alle 10.30 – Festival internazionale degli aquiloni; centro storico

Alle 12.30 – Esibizione campioni regionali di twirling; piazza Beato Arcangelo Placenza

alle 16 – Sfilata gruppi folkloristici ed esposizione di carretti siciliani.

 

Andate a fare festa a Calatafimi, ci ringrazierete del consiglio.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.