Calci e pugni alla "Iena" Ismaele La Vardera e la troupe: indagavano sulla morte di Aldo Naro :ilSicilia.it
Palermo

la notte tra il 2 e il 3 aprile

Calci e pugni alla “Iena” Ismaele La Vardera e la troupe: indagavano sulla morte di Aldo Naro

di
3 Aprile 2019

La Iena Ismaele La Vardera e l’autore e operatore Massimo Cappello, che ha riportato i danni maggiori finendo in ospedale, sono stati aggrediti a calci e pugni la notte tra il 2 e il 3 aprile a Palermo.

Cappello e La Vardera, protagonista del film de Le Iene “Il sindaco. Italian politics for dummies“, erano impegnati nelle riprese di un’inchiesta che sta cercando di far luce sulla morte misteriosa di Aldo Naro, un 25enne palermitano ucciso a botte nel 2015 davanti alla discoteca Goa, allo Zen.

“Per la morte di Aldo Naro, un giovane per bene e dalla faccia pulita è stata condannata una persona ma non c’e’ ancora assoluta chiarezza su ciò che è successo”, spiega la Iena. “Da oltre un mese e mezzo stiamo cercando di ricostruire la vicenda“.

Tra le persone che Le Iene sono andate a sentire c’e’ una giovane ragazza, che lavora in un teatro cittadino. “All’uscita del teatro“, spiega ancora La Vardera, “ci ha raggiunto un uomo, il fidanzato della ragazza. L’uomo all’inizio si avvicina alla telecamera e ci minaccia verbalmente e poi all’improvviso si scaglia con violenza sull’operatore, che e’ dovuto andare in ospedale per accertamenti. Mentre l’aggressore continua a picchiare Cappello, gli altri cercano inutilmente di farlo fermare”.

“Noi – continua La Vardera – non abbiamo nessuna intenzione di fermarci e anzi andremo avanti con maggiore fermezza nel tentativo di chiarire le cause e le responsabilità per la morte di Aldo e presenteremo anche denuncia per questa aggressione, anche per tentata rapina perché chi ci ha aggredito voleva portare via la telecamera con il girato”.

“Oggi più che mai, dobbiamo rilanciare un hashtag che è diventato virale: #giustiziaperaldonaro“. Aldo Naro è stato ucciso a 25 anni dopo una festa in maschera di un venerdì sera trascorso nella discoteca Goa del popolare quartiere Zen. Una morte arrivata per arresto cardiocircolatorio, dopo che il giovane era stato aggredito con numerosi calci in testa.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.