Calcio: Biancavilla-Palermo, la trasferta è a rischio. Atteso il parere dell'Osservatorio :ilSicilia.it
Palermo

FRA STASERA E DOMANI MATTINA

Calcio: Biancavilla-Palermo, la trasferta è a rischio. Atteso il parere dell’Osservatorio

7 Ottobre 2019

Brutta tegola per i tifosi del Palermo in vista della prossima trasferta in casa del Biancavilla, valevole per la settima giornata del campionato di Serie D – Girone I. Al momento, la vendita dei biglietti per il settore ospiti risulta sospesa, in attesa che l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive si esprima sulla pericolosità dell’incontro.

Infatti, secondo quanto comunicato dall’Osservatorio in una nota ufficiale, “gli incontri di calcio Biancavilla-Palermo e Messina-Marsala..connotati da alti profili di rischio, sono rinviati alle valutazioni del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ai fini dell’individuazione di misure di rigore. Contestualmente, si dà mandato alla leghe competenti di interessare le società organizzatrici di non avviare la vendita dei tagliandi, rispettivamente, per i residenti nelle province di Palermo e Trapani“.

Stadio Orazio Raiti, Biancavilla

In poche parole, a seguito del contemporaneo svolgimento di Catania-Picerno, la questura e gli organi competenti stanno facendo le opportune valutazioni dal punto di vista della sicurezza. Il capoluogo etneo si trova a soli 30 km di distanza del centro abitato di Biancavilla, il che potrebbe rappresentare un problema per l’ordine pubblico. Pertanto, l’Osservatorio dovrebbe prendere la decisione sull’ok o meno per la trasferta dei tifosi rosanero fra stasera e domani mattina.

Una cosa è certa. La partita si giocherà sicuramente allo stadio Orazio Raiti di Biancavilla, anche a causa delle mancanza di impianti più capienti nelle vicinanze. Lo stadio del comune etneo può ospitare circa un migliaio di tifosi in totale, con un settore ospiti che può contenere circa 200 persone. In caso di autorizzazione, i tifosi del Palermo che vogliono recarsi in trasferta dovranno quindi attrezzarsi per tempo per ottenere i tagliandi per assistere all’incontro.

Intanto, la società catanese ha indetto la giornata del tifo gialloblu, ovvero un evento nel quale la vendita dei biglietti sarà libera e non terrà conto degli abbonamenti stagionali già sottoscritti. I tifosi di casa potranno acquistare il proprio biglietto ad una cifra simbolica di 10 euro, nei due punti vendita indicati nella località etnea.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.