Calcio Catania: rigettate le richieste della procura, nominati commissari per il concordato :ilSicilia.it
Catania

nessun commissariamento

Calcio Catania: rigettate le richieste della procura, nominati commissari per il concordato

di
28 Maggio 2020

No all’azzeramento del Cda con conseguente nomina di commissari e sì invece al concordato con riserva in bianco.

La sezione fallimentare del Tribunale di Catania, presieduta da Mariano Sciacca, ha rigettato le richieste cautelari della procura distrettuale nei confronti della società sportiva ‘Catania calcio’ per la conseguente presentazione del concordato avanzato.

Il tribunale ha nominato due commissari per la gestione del concordato: sono Letizia Guzzardi (commercialista) e Antonio Rossi (docente di diritto commerciale). Il tribunale fallimentare ha anche chiesto che nei prossimi 60 giorni venga “fatta chiarezza sul concordato” sia da parte della societa’ Catania calcio che da eventuali acquirenti.

“Non c’è alcun trionfo per la decisione del Tribunale fallimentare: oggi non c’è nessuno che ha vinto e nessuno che ha perso”, così il prof. Salvatore Nicolosi, che con gli avvocati Pierpaolo Sanfilippo, Armando Finocchiaro e il professore Concetto Costa ha rappresentato il Catania Calcio. La società rimane in mano all’attuale consiglio di amministrazione, mentre i due commissari giudiziali nominati si occuperanno esclusivamente della procedura di concordato. I provvedimenti del Tribunale oggi sono stati tre: oltre al rigetto della richiesta cautelare della Procura e l’approvazione del concordato i giudici hanno disposto, per conto di Finaria che controlla la società, che il Catania Calcio rediga una relazione dettagliata sulla proposta di acquisto presentata da Sigi Spa. Entro cinque giorni dovranno essere presentati dettagli su onorabilità, consistenza economica e piano industriale degli acquirenti e il Tribunale valuterà e indicherà la strada da seguire con tempi e modi ancora da decidere. La società rossazzurra ha contattato i legali della Sigi Spa per richiedere e ottenere i dati sollecitati dai giudici. “Noi vogliamo salvare il Catania e Torre del Grifo – ha sottolineato il prof. Nicolosi – e la storia di questa gloriosa società sportiva”

Leggi anche

Guai in arrivo per il Calcio Catania, la Procura presenta istanza di fallimento

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.